Utente 278XXX
Buongiorno a tutti...!
Sono una ragazza di 24 anni e da un po' di tempo combatto con candida/condilomi acuminati. Ad oggi sto applicando aldara nella zona perianale a causa di una recidiva.
Mi si è però presentato un sintomo inaspettato che penso non dipenda dalla crema che sto utilizzando...
Stamattina durante le quotidiane azioni di igiene intima ho avvertito un forte "bruciore" nella zona clitoridea, come se fossero degli spilli. Esattamente all'interno delle piccole labbra accanto al clitoride. Esaminando la zona non mi sembra di aver notato bollicine o simili...solo un po' di rossore e un leggero gonfiore.
Ho la visita ginecologica il 17-12 quindi tra circa un mese...
So che tramite internet non si possono effettuare diagnosi accurate, ma vorrei solo sapere cosa potrebbe essere, se posso prendere provvedimenti, se occorre una visita urgente o se invece posso aspettare fino a metà dicembre per esporre il problema alla ginecologa.

Certa in una Vostra risposta vi ringrazio infinitamente.
[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività +56
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Il sintomo che avverte potrebbe dipendere da un processo infiammatorio,o altro, ma è importante anche escludere la possibilità di una malattia che si chiama vulvodinia, che in alcuni soggetti si manifesta con dolore, o sensazione di punture di spillo, formicolii, bruciore, fastidio,ecc, localizzati al clitoride, nella zona periclitoridea, all'interno delle piccole labbra, nella zona del vestibolo vulvare.

Legga questo articolo a scopo informativo per capire di che cosa si tratta:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/908-bruciore-dolore-vaginale-rapporti-dolorosi-sintomi-vulvodinia.html

E' necessario dunque affrontare la visita ginecologica per poter fare una diagnosi corretta.

Se i disturbi dovessero peggiorare cerchi di anticipare la visita ovviamente.

Nell'attesa di una diagnosi e di una corretta terapia, utilizzi solo biancheria intima in cotone bianco e assorbenti ipoallergenici, si lavi solo con acqua tiepida, eviti indumenti stretti, e cerchi di tenere regolare la funzione intestinale, bevendo almeno un litro e mezzo d'acqua al giorno, assumendo fermenti lattici, mangiando fibre frutta e verdura se ci sono problemi di stipsi.

Un caro saluto:-)



[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta...
Leggendo l'articolo da lei sottoposto ho più chiara la situazione :)
Effettivamente con l'utilizzo di detergenti intimi provavo un leggero bruciore proprio nella zona del clitoride...proverò a sospendere l'utilizzo del detergente e seguirò il suo consiglio di utilizzare solo acqua tiepida...
Può anche darsi che l'infiammazione sia dovuta al detergente no?

In ogni caso attenderò un po' di giorni per vedere se il sintomo va via da solo...
Grazie ancora per la disponibilità! :)
Cordiali saluti