Utente 277XXX
salve, e buona sera gentili dottori,
sono un 50 enne iperteso, non fumo, non bevo alcolici e non sono in sovrappeso, faccio costantemente attivita fisica (corro) e oramai da diverso tempo quando corro a volte sento delle piccole fitte allo sterno, tipo dolore intercostale che durano 1 secondo, a volte una sola nell'arco della corsa di 1 ora a volte 2 o 3, e se aumento l'andatura non le percepisco, sembrano delle piccole stilettate alla parte alta dello sterno, proprio al centro del petto. a parte questo piccolissimo momento non mi compromette ne il fiato ne' l'andatura della corsa, ma a volte mi fa pensare(sono un po' cardio/ipocondriaco a dire il vero), annualmente faccio controlli completi cardiologici come l'ultimo 6 settembre ecg, ecocardio,prova da sforzo, tutto nella norma,tranne una piccola insufficienza mitralica a cui il cardiologo non ha dato peso, soffro pero' di ernia iatale di 1° grado con esogagite, e francamente non so se e' normale per la mia eta' ma ho dolori cervicali, al collo e alla schiena, vorrei gentilmente avere un parere da un esperto sulla scorta di quando detto se e' sufficiente per un consulto.
grazie infinite per la vostra collaborazione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono disturbi cardiaci i suoi e le indagini che ha fatto lo dimostrano (soprattutto la negatività del test da sforzo)....forse l'ernia iatale con rigurgito in esofago può giocare un ruolo...ne parli con un gastroenterologo
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio infinitamente della cortese e celere risposta, francamente e' l'unico specialista che mi manca, proprio nel momento che le sto' scrivendo ho l'holter cardiaco, in quanto circa 1 settimana fa ho percepito credo siano extrasistole che non mi davano pace, praticamente in continuazione, dopo un consulto con il mio cardiologo che mi ha appnto visto di recente non ha ritenuto neppure indagare piu' di tanto, ( non e' la prima volta che le ho) e mi ha detto di prendere dei calmanti o, se erano veramente fastidiose dei farmaci, il mio dottore curante per sicurezza mi ha prescritto un holter cardiaco, che spero risulti negativo, queste extrasistole come sono arrivate, dopo circa 5 gg. sono sparite, infatti adesso non le ho, francamente non ci capisco piu' niente, e' mia priorita' anche per la paura che ho, escludere il cuore, ma lei ritiene che possano essere causa appunto della mia patologia digestiva? ernia iatale e esofagite? soprattutto se cosi intense, e quello che mi chiedo frequentemente e' anche se sono benigne, con il tempo se si ripetessero possono far insorgere una cardipatia? grazie ancora dottore
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per poter creare problemi al cuore le extrasistoli devono essere costanti nel tempo (presenti cioè 24h/die) ed essere tante (almeno il 30% dei battiti totali registrabili con un Holter nelle 24h) e anche in questo caso non è detto...e comunque non è questo il suo...I problemi gastrici possono agire come fattore facilitante, ma non sono ovviamente l'unica causa e quindi anche la loro eliminazione (se dovesse essere possibile), non significa matematicamente che le extrasistoli andranno via...Ma lei può tranquillizzarsi perchè il numero così limitato non può crearle problemi
Saluti
[#4] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
grazie ancora infinite della sua collaborazione e delle sue risposte esaudienti dottore, buon giorno e buon lavoro