Utente 279XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni e tempo fa ho preso finasteride (1 mg al giorno) per circa 3-4 anni in maniera abbastanza continua, per poi sospendere la terapia perchè credevo potesse provocarmi disturbi sessuali, cosa che avevo infatti avvistato, seppur in forma lieve, in termini di erezione e di quantità di sperma.
Con il tempo, senza fina, ho cominciato ad avere eiacluzione precoce; non ho mai creduto che ci fosse una correlazione tra i due e che principalmente si tratta di ansia.
La mia prima domanda è: c'è, esiste una correlazione?
Poi recentemente ho ripreso quella medicina per 4 giorni, con la stessa quantità, e ora ho interrotto immediatamente quando ho visto una difficoltà molto ma molto più presente nell'erezione (non riesco ad avere erezione completa, nemmeno sotto tortura) e una diminuzione ancor più vistosa della quantità spermica, oltre a una diminuzione sostanziale della sua densità.
Premetto che andrò dall'andrologo, ma sono molto spaventato perchè ho letto cose abominevoli su questo farmaco!
E' una situazione molto problematica? Potrei rimanere sterile e impotente visto comunque la dose elevata presa negli anni precedenti a questo? L'interruzione e poi la ripresa ha fatto ancor più danni?
Quanto ci vuole, di media, per una risoluzione del problema?

Sono terrorizzato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,nel mondo vi sono centinaia di migliaia di persone che si sono sottoposte e si sottopongono tuttora a terapia con finasteride,sia per combattere la calvizie che per problemi prostatici...E' esperienza comune che i problemi sessuali siano presenti in una modesta percentuale dei soggetti e,comunque regredibili con la sospensione della terapia stessa.Danni da assunzione non vi sono in alcun modo ma,per evitare ulteriori fughe di fantasia,si attenga ai consigli dell'andrologo di riferimento e non alle sensazioni fuorvianti.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

le problematiuche 2sessuali" in corso di terapia con Finasteride sono qualche volta osservabili. In genere si tratta di fenomeni che tendono a scomparire con la sospensione della terapia
Qualche volte vengono a crearsi una serie di problemi ansiosi che complicano la situazione sessuale
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Grazie innanzitutto per le risposte cosi celeri.
Effettivamente la prima volta che prendevo il farmaco, non avevo fatto caso alla cosa; la settimana scorsa ne ho prese 4 e ho visto subito risultati scarsi e chiaramente mi sono preoccupato.
Ho anche letto che le controindicazioni risultano più accentuate all'inizio della terapia, è vero? Quanto tempo prevede il corpo, in media, per far passare questo problema da solo?

Inoltre vorrei capire meglio se l'eiaculazione precoce può essere nato per cause da somministrazione di finasteride o se è da escludere, e quali sono le cause fisiche della e.p. e quali sono i passi da fare per una miglioria (se potete indirizzarmi verso un trattato va bene lo stesso).
Ho l'appuntamento da un andrologo e credo comunque che continuerò la mia terapia dallo psicoterapeuta; però, se avessi problemi non di natura ansiogena?
Vi ringrazio
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in qualche giorno,la finasteride è un ricordo.Non esiste un rapporto con la eiacuazione precoce ma esistono farmaci che assieme alla psicoterapia,risolvono il problema.Cordialità.