Login | Registrati | Recupera password
0/0

Consulto ecocolordoppler scrotale

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011

    Consulto ecocolordoppler scrotale

    Buonasera a tutti,
    ho 29 anni, vi espongo la mia richiesta:
    Fino a circa 7-8 mesi fa, per diversi mesi, mi capitava sporadicamente di avvertire un dolore acuto al testicolo sinistro.
    Non sempre, non sarei in grado di dire precisamente quando o se in concomitanza di movimenti particolari, a volte però (ma non necessariamente) mi capitava quando andavo a correre, dopo un po' il dolore diventava così forte da dovermi fermare..
    Ovviamente mi sono recato da un andrologo, che mi ha visitato pensando ad un varicocele, anche se alla palpazione, non riscontrava nulla di anomalo.
    Mi ha prescritto un'ecografia scrotale ed esami del sangue, oltre ad uno spermiogramma che però non ho fatto ancora..

    Vi riporto il referto dell'ecografia:
    Testicoli in sede scrotale.
    Testicolo destro di 46x25x21mm (vol.13cc), ecostruttura omogenea normoecoica.
    Caput epididimario destro di 12 mm di dimensioni, ad ecostruttura disomogenea per presenza di spot ipercogeni. Falde liquide assenti.
    Testicolo sinistro dimensioni 45x30x18 mm (vol.12cc), ecostruttura omogenea normoecoica.
    Caput epididimario sinistro di 13 mm di dimensioni, ad ecostruttura disomogenea per pres. di spot iperecogeni; nel suo contesto si reperta presenza di due areole transoniche di 2.9x2.5 e 2.8x1.8 mm, compatibili con cisti semplici.
    Al polo superiore del testicolo sembra apprezzarsi la presenza di piccola formazione ovalare di circa 3 mm, nettamente iperecogena, compatibile con Idatide del Morgagni.
    Falde liquide assenti.
    Al Color Doppler, a livello del plesso pampinforme sinistro, si evidenzia un reflusso venoso di velocità pari a -4cm/sec soltanto dopo manovra Valsala ma di durata inferiore ai 2 secondi. Diametro massimo delle vene in orostatismo pari a 1.7 mm.

    Non sono poi tornato dall'andrologo perchè l'ecografista mi aveva detto che secondo lui non c'era nulla di preoccupante, e devo dire che da diversi mesi non sento più nessun tipo di dolore, però ultimamente mi è venuto il pensiero..
    Vorrei solo sapere se:
    1) posso stare tranquillo o devo necessariamente tornare dall'andrologo per altri accertamenti o una cura..?
    2) le dimensioni dei testicoli sono nella norma?
    3) le cisti semplici di cui si dice sono preoccupanti?

    Allego poi esami ormonali, per scrupolo:
    S - LATTATO DEIDROGENASI 268 U/L (INTERVALLO DI RIF.) <480
    S - alfa FETOPROTEINA 1.5kU/L <10.0
    S-ANTIGENE CEA 2.3 mg/L <5.0
    S-GONADOTROPINA CORIONICA 0 U/L <5
    S - LH 4.3 U/L (1.7-8.6)
    S-FSH 3.5 U/L (1.5-12.4)
    PROLATTINA 16.7 mg/L (2.5-17)
    S-ESTRADIOLO E2 114 (28-156)
    S-TESTOSTERONE 23.60 (nmo/L) (9.90-27.80)
    S-TESTOSTERONE LIBERO 10.57 ng/L (12.40-40.00)
    S-SHBG 31nmo/L (10-70)

    domanda:
    1) come mai il testosterone libero è così basso?
    Spero in qualche risposta, non ho tempo questi giorni di recarmi di nuovo dall'andrologo, grazie anticipatamente



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 553 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2000
    Gentile utente ,
    la visita di controllo è indispensabile come anche la esecuzione dello spermiogramma possibilmente associato a spermiocoltura anche perchè dai referti sono descritte delle alterazioni benigne da monitorizzare nel tempo.
    I livelli di testosterone andrebbero correlati allo sviluppo dei caratteri sessuali secondari valutabili dopo accurata visita.


    Cordiali saluti
    Gino Scalese

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011
    La ringrazio intanto per la risposta, dottore.
    Mi permetta però di chiederle qualcosa di più specifico, la visita appena possibile andrò a farla ugualmente:

    1)quindi mi conferma che nel referto dell'ecografia c'è qualcosa di anomalo? A parte le piccole cisti, cosa altro è degno di attenzione?
    2)la visita andrologica accurata comunque l'avevo fatta, fu lui a prescrivermi questi esami, presumo che se avesse riscontrato qualcosa di anomalo in merito allo sviluppo dei caratteri sessuali secondari, avrebbe subito notato qualcosa a riguardo, o mi sbaglio?
    Mi disse che secondo lui era tutto nella norma, si limitò a farmi domande di rito per avere un quadro più preciso, ma insomma..peli, barba, forma e dimensione dei testicoli, e tutto il resto..mi disse era tutto regolare.
    Mi conferma che i livelli di T libero, nonostante gli altri valori siano nella norma, potrebbero essere patologicamente bassi, tenuto conto dell'età de del fatto che pratico parecchio sport?

    Insisto anche perchè se prentonado la visita dovessi trovare posto dopo le feste, non vorrei passarmi il Natale col dubbio dell'urgenza di questa cosa, ecco.
    Cordialmente.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 553 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2000
    1)Non è possibile esprimersi con certezza senza aver visionato le immagini ecografiche e sarebbe troppo superficiale esprimere un giudizio solo leggendo un referto oltretutto trascritto ecco perchè è necessaria la visita di controllo.
    2) esatto!
    3) Confermo
    Da quento riportato non esiste alcuna urgenza.
    E' buona norma far visionare il tutto al suo curante (alcune volte può capitare di omettere di descrivere dei particolari che invece sono importanti dal punto di vista medico) e poi organizzarsi in tranquillità la visita specialistica.


    Cordiali saluti
    Gino Scalese

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011
    Mi permetto di farle un'ultima domanda perchè la cosa mi mette un po' di ansia e per la visita dovrò attendere il 17 di Dicembre:

    Ho letto altrove ma anche qui su questo sito che i valori del T libero sono poco indicativi, soprattutto quando il T totale e i valori dell'LH sono nella norma, come nel mio caso.
    Non sono ovviamente un medico, però mi ero sempre chiesto perchè, allora, se i valori del T libero sono poco indicativi, venisse prescrito proprio quell'esame..
    Lei invece, come temevo, mi conferma che il dato è indicativo.
    In ogni caso ho una barba completa, densa e dalla crescita rapidissima, peluria completa su tutto il corpo, una voce piuttosto 'bassa' come tono, e praticando amatorialmente palestra, anche una discreta massa muscolare, non mi spiego come io possa essere ipogonadico..

    La domanda che le faccio è:
    1) di fronte a tali esami, e di fronte a una visita che le desse conferma che i caratteri sessuali secondari sono sviluppati normalmente, lei da andrologo riterrebbe necessaria una cura a base di farmaci o ci possono essere soluzioni alternative?





  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 5744 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile lettore,

    se posso inserirmi in questo post, posso dirle che, se "il suo T totale e i valori dell'LH sono nella norma, come nel suo caso, e se ha una barba completa, densa e dalla crescita rapidissima, peluria completa su tutto il corpo, una voce piuttosto 'bassa' come tono, e pratica amatorialmente palestra, anche una discreta massa muscolare", non vi è alcuna indicazione ad assumere una terapia a base di farmaci.

    Comunque ora risenta sempre il suo andrologo in diretta per avere l'ultima e finale indicazione terapeutica.

    Cordiali saluti.


    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011
    Ringrazio anche lei per il suo intervento, dottor Beretta.

    I valori ormonali infatti sono quelli indicati sopra nel primo post, barba e peluria ne ho fin troppa, ma in ogni caso sullo sviluppo dei caratteri sessuali secondari ho la certezza che sia tutto a norma perchè avendo giocato anni a calcio agonistico ho fatto ogni tipo di visita, e intorno ai 20 anni feci anche una visita da un urologo, mai stati riscontri negativi.
    Sono di corporatura media, ma robusto, e abbastanza asciutto, mi sento forte e in forma, non fumo.
    Devo ammettere che da quando ho avutto questo fastidio al testicolo, e soprattutto da quando ho visto il valore basso del T libero, libido e qualità dell'erezione sono diminuiti..ma è anche vero che non faccio altro che pensarci con un po' di ansia, per cui non saprei se collegare o meno.

    Mi auguro la visita mi dia buone notizie, il discorso del Testosterone mi preoccupa più del fastidio al testicolo, ormai scomparso da molti mesi



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 553 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2000
    Ok! faccia la visita e poi ci aggiorni.


    Cordiali saluti
    Gino Scalese

  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 5744 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Tranquillo e senta ora in diretta sempre il suo urologo od andrologo, quello reale.


    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

Discussioni Simili

  1. Testosterone barba
    in Andrologia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 28/11/2012, 00:02
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/12/2012, 12:52
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01/12/2012, 18:50
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23/11/2012, 19:47
  5. Oligospermia-prostatite
    in Andrologia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 12/12/2012, 19:08
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896