Utente 232XXX
Gentili dottori,

avevo già postato qui circa un anno fa i risultati dello spermiogramma di mio marito, che erano nella norma anche se con la morfologia un po' bassa (7%).

Cerchiamo un bimbo da circa due anni. Nè il ginecologo del centro, né medico di base, né l'andrologo hanno ritenuto preoccupante lo spermiogramma di mio marito (anche se a dire il vero voi avevate consigliato approfondimenti!!!)

A un anno di distanza mio marito ha ripetuto lo spermiogramma e ci troviamo con solo l'1% di forme tipiche.

Inoltre, ci sono oltre 5000 migliaia/mL di leucociti (su un valore max di 1000).

Il mio dubbio è: il peggioramento della morfologia può dipendere dai leucociti? Potrebbe trattarsi di un'infezione che, se curata, può portare miglioramenti?

Soprattutto vorrei il vostro parere su come procedere, non mi è chiaro se sia opportuno consultare un andrologo o un urologo.

Vi ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
lo specialista da consultare è l'andrologo; la presenza di un elevato numero di leucociti nel liquido seminale è un indice indiretto di infiammazione/infezione delle vie seminali che è bene comunque approfondire o curare empiricamente anche se il dato teratospermia era già presenete nei precedenti spermiogrammi.
[#2] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore. La cosa che mi lascia perplessa è che il ginecologo mi dice che non è un dato preoccupante, perché gli altri valori vanno bene. Ma come anche se ci sono tanti spermatozooi e veloci, se non sono normali come fa ad andare bene??? Comunque, ora mio marito dovrebbe fare spermiocultura e urinocultura, ma ho già prenotato visita con andrologo specializzato anche in urologia, tanto per sentirmi più serena.
La mia speranza a questo punto è che almeno ci possano essere parametri per ricorrere alla procreazione assistita.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Penso sia un giusto atteggiamento.
[#4] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dottore. Il mio dubbio è, possiamo illuderci che la situazione sia migliorabile con una cura? Ho letto notizie poco confortanti riguardo alla morfologia.

Inoltre nel primo spermiogramma di un anno fa, non era riportata nessuna indicazione sui leucociti, quindi non so se non fossero presenti o semplicemente quel laboratorio non facesse questa rilevazione.

Penso di aver perso tempo prezioso quando tutti i medici definivano perfetto un liquido seminale con il 7% di forme tipiche, ma del resto cosa potevo fare? Dopo averlo mostrato a 4 medici tra cui un andrologo non sapevo davvero più a chi farlo vedere.

Grazie ancora.

[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Per i parametri di normalità WHO 2010 può leggere il seguente articolo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/630-infertilita-nuovi-valori-riferimento-spermiogramma-who-2010.html