Utente 191XXX
caro dott. ho 24 anni e sono una ragazza che fa attività fisica regolarmente, premetto che ho fatto le analisi del sangue tempo di protrombina INR era a 1 (0.89-1.23) omocisteina e fibrinogeno nella norma! da 2 giorni ho una sensazione di fuoco al polpaccio destro con un pòdi intorpidimento, a prescindere da quello che faccio se cammino ecc. ho escluso un problema di schiena xchè avendo avuto un'ernia disco 3 anni fa mi ha dato problemi diversi alla gamba sinistra e non in quella destra! quindi ho pensato sia un problema circolatorio, ho paura perchè anche da seduta all'improvviso ho questo fuoco che mi fa sobbalzare dalle sedia. cosa può essere???

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
fermo restando che i sintomi riferiti vanno verificati dal vivo con l'aiuto del Suo Medico curante, non escluderei che l'origine degli stessi possa essere ascrivibile ancora una volta alla stessa patologia discale di cui è portatrice, sia pure con manifestazioni cliniche diverse.
[#2] dopo  


dal 2015
carissimo dottore dopo alcuni giorni che il sintomo era passato, cioè sensazione di fuoco al polpaccio, adesso si è presentato un sintomo diverso...adesso è una sensazione di freddo, di bagnato dal tallone in su per circa 20 cm di lunghezza! non capisco se dovrei controllare la circolazione o è qualcosa che riguarda i nervi della gamba. il mio dottore lo attribuisce alle ernie lombari, che effettivamente poi sono 2. però non mi convince perchè innanzitutto è nella gamba opposta dove non ho mai avuto problemi, e poi è un sintomo mai avuto nonostante il problema al nervo sciatico a sinistra. la gamba destra cosa c'entra???
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
SEMPRE CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Credo di poter ribadire quanto già espresso nel precedente post.Le consiglierei di attenersi alle valutazioni ed a i consigli del Suo Medico che, per quanto interpretabile a distanza, sembrerebbero corretti e condivisibili.