Utente 220XXX
Salve qualche giorno fa ho effettuato una radiografia al torace.
Questo è il risultato del referto:
Non evidenza di lesioni parenchimali a focolaio in atto.
Seni pleurici ben espansibili.
Note di congestione ilare bilaterale.
Immagine cardiaca nei limiti morfologici e volumetrici.

La congestione ilare bilaterale mi spaventa. Non ho mai avuto gravi malattie polmonari. Soffro di rinite allergica stagionale nel periodo primaverile che curo con antistaminici e spray nasale. Non ho mai effettuato prove allergiche. Sono cosciente solo del fatto che anche la polvere mi provoca starnuti. E' un preannuncio di uno scompenso cardiaco? Premetto che l'unico esame cardiologico non invasivo che ancora non ho effettuato è la prova da sforzo.

Grazie anticipatamente.
Cordialità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
16% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
spesso nelle persone giovani, quando il tecnico chiede di fare un profondo respiro e trattenere l'aria, si può avere un'accentuazione del disegno ilare, che in questo caso sarebbe del tutto normale. Chiaramente senza avere la radiografia davanti non è possibile essere più precisi, tuttavia presumo che, non essendoci ulteriori alterazioni, quella nota del radiologo non corrisponda ad un segno patologico. In questi casi, però il consiglio è sempre quello di farsi visitare, perchè solo integrando i dati della visita con i suoi disturbi ed i reperti radiologici si possono trarre delle conclusioni accurate. Perciò vada dal suo medico di fiducia e gliene parli.
[#2] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dott. Giordano,
grazie per il tempo concessomi e la celerità nel rispondermi.
Le preciso alcune "questioni tecniche" che lei mi potrà spiegare in maniera più dettagliata.
Veniamo al dunque.
Quando ho effettuato i rx al torace non mi hanno fatto togliere nè il maglione di lana nè la canottiera.
La prima radiografia l'ho dovuta ripetere perchè secondo il tecnico radiologo era "mossa".
Anche la seconda radiografia era "mossa" ma il tecnico mi ha detto: "ti sei mosso di nuovo ma va bene lo stesso!".
Quando sono uscito dal centro di radiologia non ero troppo convinto di aver effettuato l'esame nel migliore dei modi.
A questo punto ho il sospetto che questa sorta di sfocatura possa essere un'amplificazione del mio movimento durante l'inspirazione.
Mi sbaglio?

Grazie ancora.
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
16% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Un esame "mosso" presenta caratteristiche peculiari (diverse dai segni di congestione ilare). Se lo è troppo inficia un'attenta valutazione. Tenga presente che sul torace l'esame assolutamente non mosso non esiste, o esiste solo per i cadaveri...nei quali il cuore resta fermo..
Se il tecnico ha giudicato buono il risultato del secondo radiogramma, credo che si possa fidare, anche perchè non viene vagliato solo dal tecnico ma anche dal medico radiologo che eventualmente avrebbe fatto in modo da richiamarla per eseguire ulteriori proiezioni.