Utente 328XXX
Buongiorno,mia mamma 3 anni fa è stata operata ad un tumore primario al polmone,ne hanno asportato metà ed ha fatto isterectomia,fino ad oggi con chemio e radio nn aveva più niente.
Oggi ho ritirato le risposte della tac,tutto appostò apparte:
Lesioni secondarie nel polmone bilateralmente
Formazione nodulare a carico della vulva di di dim.2,86 cm

La lesione secondaria al polmone di cosa può trattasi? Il mio dottore dice di andare subito da un oncologo perché non è niente di buono.
Il nodulo alla vulva,può trattasi anch'esso di tumore?

Gli esami tumorali del sangue erano tutti apposto,può esserci un tumore anche se gli esami vanno bene?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile signora è corretto andare dall'oncologo come le è stato consigliato. Io aggiungo che dovrebbe eseguire anche una visita dal ginecologo per eventuale prelievo istologico sulla lesione della vulva. Perchè mentre è relativamente difficile dare un nome e cognome alle lesioni polmonari, la lesione alla vulva è facilmente aggredibile con un prelievo istologico o citologico, perciò direi di partire da qui. Se da questo prelievo si dovesse confermare malattia neoplastica, la cosa più probabile sarebbe che le lesioni al polmone sono secondarie a questa, ma a questo punto l'oncologo entrerà in gioco e saprà gestire al meglio la situazione. In questo caso ginecologo e oncologo possono collaborare insieme per inquadrare meglio i problemi di sua madre.
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2007
Buonasera,ieri mia mamma si è sentita male,ha avuto una crisi epilettica,mai successo prima,è Stata portata al pronto soccorso,dopo due ore ha riavuto una crisi più forte,sembrava quasi in fin di vita,adesso si è ripresa ma nn èla stessa avvolte è lucida,altre volte ha lo sguardo perso nel vuoto.
Hanno fatto la tac al cranio senza mdc hanno visto dei noduli,hanno detto che sono delle metastasi ma devono dargliela anche con il mdc.
Ha anche il diabete molto alto.
Possibile che le metastasi siano arrivate in poco tempo alla testa.
Queste crisi possono tornargli anche se gli danno una cura?
Quanto tempo gli rimane?
Purtroppo qua abbiamo dei dottori che per farti dire le cose,devi pregarli,magari è difficile anche per loro,però voglio sapere a che cosa si va incontro.
Dimenticavo mia mamma è anche affetta da sclerosi multipla,ma non credo che abbi molto a che fare con. Il tumore.
La ringrazio per le sue risposte.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile signora, la malattia di sua mamma è piuttosto avanzata e sicuramente i medici che la tengono in cura vogliono iniziare una eventuale terapia quanto prima. Dovrà perciò eseguire prima di tutto una biopsia della lesione sulla vulva (che magari avrà già fatto). Eseguito l'esame istologico sarà possibile impostare la terapia più opportuna. Per quanto riguarda le crisi epilettiche, generalmente vengono tenute a bada con la terapia medica. E' un percorso difficile, ma deve combattere insieme a sua mamma per ottenere i migliori risultati possibili. Nessuno può predirre il futuro e a me non piace quando si fanno pronostici; io credo che la cosa più importante sia puntare alla migliore qualità di vita di sua madre, perciò da parte dei medici bisogna intervenire sulle crisi epilettiche, su eventuali dolori, malessere e quant'altro; da parte dei familiari è essenziale il supporto ed il calore che spesso sono più efficaci dei farmaci.
[#4] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per le risposte che mi ha dato fin'ora.
Stamattina mio padre è riuscito a parlare con i medici,hanno riferito che ai polmoni sono già metastasi,ed alla testa lesioni(le lesioni sono metastasi?) adesso farà la visita con oncologo che gli metterà a punto una cura,poi hanno detto che gli faranno la radio alla testa per il dolore,cosa significa?
A lei han detto che hanno dovuto dirglielo,non gli hanno detto niente del polmone,della testa gli hanno detto che con la sua malattia gli è venuta questa lesione e dovrà fare della radio.
Purtroppo mia mamma è stata infermiera e questo non la convince più di tanto,per ora gli han etto che la tengono lì perché ha il diabete alto e gli devono mettere appunto una cura.
Infatti come mai questo diabete nn si vuole abbassare? Quando tre anni fa gli fu diagnosticato il tumore al polmone aveva il diabete sempre bassissimo,adesso nn riesce ad andargli giù.
Gli stanno facendo delle flebo di mannitolo,che cosa sono?
Scusi per tutte queste domande,ma al momento sono un po' confusa,anzi forse inconsciamente no mi sto nemmeno rendendo conto della situazione.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile signora, le lesioni alla testa, purtroppo, sono metastasi; il mannitolo serve a ridurre l'edema che queste provocano, in modo da ridurre i sintomi. Mi rendo conto che non è una situazione facile, ma deve trovare la forza per sostenere sua madre, perchè ora sua madre ha molto bisogno di lei.
[#6] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2007
Buonasera dottore da stamattina hanno iniziato a somministrargli del cortisone in vena e del gardenale,a che cosa servono?lei con la testa c'è però avvolte ripete più di una volta il solito discorso dice che queste metastasi la faranno andare fuori di testa?
Giovedì gli faranno la scentigrafia ossea per vedere se ha già intaccato anche le ossa.
Secondo lei è meglio che sia all'oscuro di quello che realmente ha per farla stare più tranquilla?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Il cortisone riduce l'edema cerebrale e il gardenale riduce il rischio di episodi epilettici. Con i farmaci dovrebbe migliorare. Purtroppo spesso le persone affette da malattie gravi sanno bene quali sono i loro problemi, anche se non ne parlano. In più sua madre è anche infermiera. Non le so dire se conviene parlarne chiaramente o meno, perchè dipende un po' da voi due, dal vostro raporto, dalle sue sensazioni.
[#8] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2007
Buonasera,ieri ha fatto la visita con il radio terapista gli ha detto che ha una lesione al cranio e servono 10 sedute di radio sempre che voglia farla.
Per il polmone e utero ne fece 25 e 28 secondo me 10 nn sono molte,servira a qualcosa farle alla testa e al polmone niente?
Io sto pensando che al polmone nn ci sia niente da fare e he alla testa la facciano così per farla,comunque continuano a tenerla in ospedale e non ti dicono perché.
Ho paura che facendo la radio possa comportar gli qualcosa a livello di arti visto che con la sclerosi move solo l'arto superiore destro o che magari toccando qualche nervo si vada incontro a cose peggiori.
Non o se conviene farla o no,cosa mi consiglia?
Grazie infinite per la sua disponibilità.
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile signora è importante che si affidi agli oncologi, perchè se ritengono opportuno farla, conviene che la faccia, anche per ridurre i sintomi che la malattia comporta. Deve tenere duro e starle vicino, perchè in questo momento la migliore terapia resta l'affetto ed il calore nei confronti di sua mamma.
[#10] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore sabato dopo 3 giorni di chemio mia mamma è tornata a casa,la chemio per fortuna non gli ha creato disturbi.
Ho parlato con il dottore he mi ha detto che andrà avanti qualche mese.
Il 2 ha gli esami del sangue per rimettere appunto il secondo ciclo,dopo di che faranno una ad re vedere se fare un altro ciclo e la radio.
Io la seguo ormai da anni a casa della sua malattia,è sempre tata una donna forte,combattiva,adesso la vedo apatica,sembra quasi come posso dire rintronata,poi è dimagrit tanto.
Possibile che in 15 giorni ch abbiam saputo,sia andata giù così,da un giorno all'altro?
Puo spiegarmi Com'è il decorso della malattia? Possibile ch sia cambiat in così poco tempo quando i medici hanno detto che ci vorranno de mesi?
[#11] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile signora la vede "rintronata" probabilmente a causa dei farmaci. Purtroppo queste medicine sono essenziali per evitare complicanze peggiori. L'obbiettivo principale è non far soffrire sua madre.
Il decorso della malattia non è prevedibile, e bisogna di volta in volta affrontare eventuali complicanze che dovessero intercorrere.
[#12] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2007
Salve dottore,mia mamma sta per fare l'ultimo ciclo di chemio dopo di che abbiamo appuntamento per la tac. Gli stanno facendo il carbox latino che a quanto ho capito serve solo per i polmoni,poi faranno una tac ai polmoni,della testa nn ne parlano nemmeno.
Lei avvolte si scorda le cose,altre volte addirittura nn riconosce mio babbo,però il mal di testa fin'ora lo ha avuto una sola volta,si stanca subito,dorme molto e avvolte di notte si sveglia facendo discorsi strani.
Ieri mattina mentre il dottore scorreva con il pc,nn mi ha detto niente perché c'era lei,ma ho letto che le metastasi alla testa sono rispettivamente 3,71 cm,2cm,2,8cm,e 2,2 cm.
A me è sembrato ancora più grave di quando mi dissero ne ha tante e piccole.
A me la situazione sembra che sia peggiorata,ma possibile che per la testa nn facciano chemio?
Così facendo,nn è che la malattia se la porta vi in poco tempo?
Per di più dopo qualche giorno che si è sentita male ho scoperto di essere incinta,sembra che questo bambino gli dia un po' di forza,lo spero.
La ringrazio per la sua risposta.