Utente 636XXX
Ormai da più di due mesi soffro della comparsa di alcuni punti rossi sia sul glande che alla sua base dello stesso. Tempo fa avvertivo anche un pò di prurito e di secchezza al prepuzio, ma adesso non più.
Quasi un mese fa, alla mia compagna è stata riscontrata la candida accompagnata da un altro tipo d'infezione. Abbiamo preso entrambi una confezione di compresse di Eritrocina, così come prescritto dalla sua ginecologa. Ad oggi il problema non sembra del tutto risolto, e la cosa strana è che questi punti rossi sembrano sparire per poi riapparire improvisamente, anche quando non ho rapporti sessuali.
Iniziavo a pensare d'essere diventato allergico al profilattico, ma visto che la scorsa settimana mi sono comparsi alcuni punti rossi dopo giorni senza rapporti, ne masturbazione, credo di poter escludere questa ipotesi.
Poco più di un anno fa avevo già avuto a che fare con una situazione simile, ma il problema era svanito nel nulla senza aver fatto alcuna cura.
Cosa mi consigliate di fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, la sua potalogia potrebbe essere ascriita sia ad un allergia ma anche ad uninfezione micotica, la cosa migliore è sottoporsi a visita urologica o dermatologica per avere una diagnosi certa ed un appropiata terapia.
cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#2] dopo  
Utente 636XXX

Iscritto dal 2008
L'altra tipologia d'infezione a cui mi riferivo è l'ureaplasma.
Ieri la mia compagna è andata dalla ginecologa per fare il tampone di controllo e la settimana prossima sapremo se candida ed eureaplasma sono sparite o meno.
Prima della cura con l'Eritrocina, lei avvertiva bruciori (anche durante i rapporti), perdite biancastre e prurito sulla zona delle grandi labbra e del clitoride.
Vorrei sapere se nell'uomo l'ureaplasma si contrae attraverso i rapporti sessuali o ci sono anche altre cause, e se questo tipo d'infezione può essere contratta attraverso eventuali rapporti anali non protetti.
Nell'ipotesi di un'eventuale allergia al lattice, quale tipologia di esame dovrei fare per verificarla?
Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

prima di parlare di supposizioni ed in virtù della non relazione dell'agente infettivo da lei ipotizzato come causa, rispetto a quello che ci scrive le indico la sede specialistica Venereologica - con l'esperto di cute e mmucose genitali - per individuare con serenità ed esattezza il suo problema.

cari saluti