Utente 279XXX
Ho 47anni,mio marito anche,è diabetico dal 91 ed è trattato con insulina 3v al dì,ha una retinopatia.Siamo sposati da 1 anno.La ns vita sesuale nn è soddisfacente xchè raggiunge l'erezione ma nn riesce a mantenerla x cui i ns rapporti nn raggiungono nè la penetrazione nè tanto meno il sesso orale aiuta a raggiungere l'orgasmo. Ho scoperto casualmente ieri che assume LEVITRA 10mg,non me ne ha parlato,io so che qs farmaco si assume dai 25 ai 60 minuti prima di un rapporto,io nn ho rapporti con lui da almeno 15gg,io mi chiedo:LEVITRA può assumersi come terapia x un tot di tempo e solo poi provare ad avere un rapporto?O lo assume frequentando altra donna?Me lo chiedo xchè n me ne ha parlato dell'assunzione del farmaco,capisco che lui ci soffra di qs situaz,ma nn dirlo,xchè?Mi sciolga qs dubbi,la prego.Grazie.Emanuela Torre

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,il disagio sessuale vissuto da Suo marito,spesso,comporta il ricorso a farmaci proerttili che,però,nel diabetico,e non solo,non garantiscono un risultato certo,particolarmente se non si è seguiti da un esperto andrologo e ci si affida ad iniziative personali o amicali...Il dato relativo alla mancata messa a aconoscenza della assunzione di vardenafil,non deve essere un fattore discriminante,in quanto ciò giustificherebbe ulteriormente i silenzi...Piuttosto,lo inviti a consultareunandrologo,sottolineando che il diabete è una malattia e,in quanto tale,può favorire una disfunzione erettile che,dignitosamente,si può curare.Cordialità.