Utente 279XXX
Buonasera dottore, sono un ragazzo di vent'anni che sta attraversando da qualche mese a questa parte una fase ansiosa, che comunque riesco abbastanza ad amministrare senza prendere ansiolitici. Le mie paure si basano principalmente su disturbi che riguardano il mio cuore. Ho sempre condotto una vita da sportivo, ma da alcuni mesi avverto dolori al torace più o meno intensi e di diversa durata. Da qualche giorno a questa parte avverto extrasistoli, per un paio di secondi il cuore perde la ritmicità causandomi nodo in gola e molta apprensione. Premetto di soffrire a volte anche di mal di stomaco. Ho fatto ad aprile ecocardio, ad agosto test da sforzo ed ecg a riposo. Il tutto si è riscontrato nella norma. È il caso che faccia un holter? Questa mia ansia può intaccare la salute del mio cuore? Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
Il suo fastidio se mbra francamente legato solo all'ansia e non di certo ad una alterata attivita' cardiaca. Un buon training autogeno potra' esserle molto d'aiuto. Un esame Holter potrebbe effettivamente ulteriormente tranquilizzarla.
Stia sereno. Saluti
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dottore. Confido serenamente nella diagnosi del mio cardiologo e nel suo prezioso consulto. Spero sia stato sufficiente giá aver effettuato un ecocuore e un test da sforzo, oltre a due ecg. Cordialmente.