Utente 280XXX
salve ho 58 anni ed assumo da un paio di anno il Cardicor 125 come beta bloccante ma per la verità fino a poco fa non ho riscontrato problemi di erezione o di calo di desiderio, considerata anche l'età.
da qualche tempo però noto un calo di libido, un calo nelle erezioni e loro durata ed intensità, un calo nelle erezioni mattutine, divenute rare.
ho osservato un periodo di astinenza di diversi giorni (una decina circa) con un pò di miglioramento.
gli Incontri sessuali, però, sono abbastanza soddisfacenti anche se anche in quei frangenti noto che l'erezione non è di intensità e durata come vorrei e come ero abituato.
devo dire che nello stesso periodo ho fatto un pò di dieta e un po di attività (camminate veloci di 30/90 minuti serali) perdendo circa 3-4 kg (ero circa 70 ora sono circa 66) e effetti del genere si sono accennati anche qualche anno fa quando feci una dieta perdendo anche allora qualche chilo.
ad ogni modo facendo le analisi generali ho chiesto anche il testosterone libero perchè da qualche parte ho letto che è quello da tener presente ed eventualmente quello su cui intervenire.
l'esito è TESTOSTERONE LIBERO (RIA): 63 pg/mg (rif Uomo da 40 a 200).
Che consiglio potete darmi? cosa ne pensate? occorre fare qualche analisi più accurata?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il testosterone libero è una valutazione ematochimica di difficile interpretazione soprattutto se è un dato isolato, senza un pannello ormonale completo con: LH e testosterone totale.

Risenta il suo andrologo ora e nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
egregio dottore,
in effetti l'esame l'ho fatto da me senza indicazione di alcun andrologo, nè ho intenzione, in linea di massima, a rivolgermi, almeno per ora, ad alcuno di essi.
Lei ha letto ciò che ho scritto e quindi potrebbe (lei o qualche suo collega che mi legge) darmi un suo autorevole parere in merito e suggerirmi un elenco di analisi, questa volta completo, da effettuare per indagare in merito?
grazie
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

da questa postazione, senza alcun dato clinico concreto in mano, le posso dare una lista lunga un chilometro di esami da fare, forse però tutti inutili a capire il suo reale problema clinico e quindi l'invito rimane sempre quello di sentire in diretta un bravo andrologo.

Cordiali saluti.