Utente 280XXX
Buongiorno,
sono a chiedervi un consulto per quanto riguarda i miei ultimi esami del sangue e ecografia tiroidea.

ESAMI DEL SANGUE
Globuli bianchi 4.96 K/µl [4.00-10.80]
Globuli rossi 4.29 M/µl [3.80-5.40]
Emoglobina 13.2 g/dL [12.0-16.0]
Ematocrito 39.5 % [37.0-47.0]
Volume eritrocitario 92 fl [80-97]
Contenuto corpuscolare HGB 30.7 pg [26.0-34.0]
Concentrazione corpuscolare Hgb 33.4 g/dL [31.8-35.4]
Indice Anisocitosi Eritrocitaria 12.4 % [<14.8]
Piastrine 257 K/ µl [130-424]
Piastrinocrito 0.20 %
Volume piastrinico 7,7 fl [7.4-11.0]

Ferro (Sideremia) 79 µg/dL [37-145]

Urina
Glucosio Assente
Ph 5.5 [5.0-7.0]
Chetoni Assenti
Proteine 10.0 mg/dL [assenti]
Bilirubina Assente
Emoglobina Assente
Urobilinogeno Assente
Nitriti Assenti
Peso specifico 1.028 [1.005-1.020]
Colore giallo paglierino
Aspetto torbido
Esame del sedimento: rari leucociti, tappeto di cellule epitaliali, alcuni batteri

Dosaggi immunometrici
Ferritina 27 ng/ml [12-150]
Ft3 3.7 pg/ml [2.3-4.2]
Ft4 11.40 pg/ml [8.00-17.60]
TSH 1.114 µU/ml [0.350-4.780]
Tpo Ab anti Tireoperossidasi >1300 U/ml [fino a 60]

ECO TIROIDEA-PARATIROIDEA
Ghiandola tiroide ai limiti per dimensioni ad ecostruttura diffusamente disomogenea in presenza di plurime formazioni nodulari a prevalenza dx lobare ad ecostruttura ipoecogena del diametro massimo di circa 8 mm. Sempre a livello lobare dx valutabili inoltre vistosa cisti emorragica del diametro massimo di 22 mm con componente cistica al proprio interno. Non deviazioni del lume tracheale né valutabili adenopatie latero cervicali.

Il mio medico, alla vista di questi referti, ha fatto richiesta per una visita endocrinologica per valutare terapia con Eutirox. Ho già fatto visite endocrinologiche, e ho eseguito un agoaspirato la scorsa primavera, ma non ho ancora mai iniziato terapia con Eutirox. Lui dice che i valori di Tpo Ab anti Tireoperossidasi sono particolarmenti alti anche considerando il mio peso che si aggira sui 50 kg.
Il mio problema è che sovente, e ultimamente in modo più accentuato, lamento stanchezza, facile affaticamento fisico e anche mentale, tanto che ultimamente ho difficoltà nel mio lavoro e anche nella gestione della quotidianità, e come conseguenza di tutto ciò nervosismo e a volte tristezza.
Preciso che da poco ho terminato una psicoterapia che ha dato risultati molto buoni, intrapresa in seguito ad un grave lutto (perdita di mia mamma) che mi aveva causato una leggera depressione (anche in concomitanza con altri fattori). Sempre per questi motivi avevo intrapreso sotto controllo psichiatrico una terapia con paroxetina 20 mg, che continuo tuttora nonostante il miglioramento di umore e visione di vita.
Il mio medico non ha ritenuto un’integrazione di ferro, cosa che in realtà speravo in quanto un anno fa avevo fatto un ciclo di Ferrograd e mi ero sentita meglio. Questo anche considerando che nel primo giorno di ciclo mestruale ho un flusso abbondante.
Ho parlato del mio problema di stanchezza col mio m
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non vedo gli estremi per una terapia marziale o integrativa di ormoni tiroidei.
Sarà utile certamente una visita endocrinologica per la sua tiroidite,
ma traspare l'influenza di una grossa componente ansiogena.

Cordiali Saluti