Utente 280XXX
Buonasera Dottori,
vi scrivo dopo diverse visite dermatologiche che non hanno portato ad alcuna risposta.

Da un paio di mesi, mi è comparsa sul dito mignolo della mano, una piccola bolla di sangue, che se bucata perde tantissimo sangue; ha continuato per giorni nonostante la tamponassi con cerotti e piccole bende.

Questa bolla, passatemi il termine, è comparsa a seguito di un piccolo trauma causato da un tagliaunghie che ha "un pò strizzato la carne".

La cosa che mi stupisce, il motivo per cui ho richiesto un consulto medico, è che, oltre a non essere sparita, è aumentata di mensioni, circa il triplo.

Il medico della mutua aveva ipotizzato un piccolo angioma, alcuni dermatologi lo escludono per l'origine traumatica, mentre l'ultimo mi riferisce di farla rimuovere da un chirurgo esterico e di fare l'esame istologico....

Premetto che non sono una persona ansiosa e proprio per questo mi piace che un professionista, io lo sono in campo informatico, mi dia uno spettro di possibilità come causa di un problema.

Vi chiedo dunque di lasciarvi andare a qualsiasi ipotesi in modo che io possa farmi una vaga idea di cosa possa essere.

Un dettaglio in più: non sento alcun dolore, è quasi come se fosse anestetizzata; a volte mi da un senso di costrizione, come se il sangue non riesca a scorrere.

All'occorrenza posso fare delle foto.

Grazie Dottori!
Alberto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. Alberto,

la descrizione fatta depone, verosimilmente, per un emangioma...anche se le cause possono essere raramente di origine traumatica.

La soluzione ottimale è quella prospettata: rimozione ambulatoriale con esame istologico.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Salvatore Carlucci
24% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
chiaro che senza poterla visitare rimaniamo nel campo delle ipotesi, ma potrebbe anche trattarsi di un granuloma piogenico, che è una formazione che ricorda un angioma ma è spesso causata da un trauma. La soluzione rimane la stessa: asportazione chirurgica ed esame istologico.
[#3] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dottori,
prima di tutto, grazie delle ipotesi!

Da profano però, e limitandomi ad osservare le foto che trovo su internet, non trovo una corrispondenza con il mio problema.

Mi rendo conto che, basandosi solo sulla limitata (e molto poco tecnica) descrizione che vi ho fornito, sia ancora più complicato farsi un'idea del problema.

Se lo staff me lo permette, ecco una foto del mignolo e della "famosa" bolla (la possibilità di inserire foto, considerando la moderazione, mi sembra un modo per aumentare ancora di più il valore aggiunto di questo ottimo servizio):
http://notanumber.it/mignolo.jpg

Ho notato che in entrambe le lesione di cui avete parlato, emangioma e granuloma piogenico, la pelle risulta abbastanza opaca ed evidentemente "cresciuta" fuori pelle.

Come vedete nella foto, invece, la pelle è del tutto integra (il cerchio bianco è la ferita da cui era uscito il sangue, ormai rimarginata, era un buchino per intenderci)... semplicemente c'è una (o più) sacche di sangue sottopelle.

Sempre da "vero profano", è possibile ipotizzare una specie di "aneurisma" di un capillare causato dalla pizzicata di cui vi parlavo?

Grazie ancora, sia per la professionalità che per il supporto!
Alberto
[#4] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

La ringraziamo per "l'ottimo servizio"...ma le Linee Guida del sito ed il nostro Codice Deontologico non consentono valutazioni e diagnosi a distanza su supporti fotografici.

Pertanto, alla Sua richiesta iniziale

(..)Vi chiedo dunque di lasciarvi andare a qualsiasi ipotesi in modo che io possa farmi una vaga idea di cosa possa essere(..)

noi abbiamo fatto le nostre ipotesi e ci siamo espressi con un'unica soluzione finale: rimozione ed esame istologico.


Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dr. Marcolongo,
non credevo esistessero limitazioni di questo tipo.

Ho chiesto in quanto non amo procedere verso una soluzione senza saperne la motivazione.

Considerando la quantità di professionisti che mi hanno visitato e la diagnosi praticamente nulla, sono comunque soddisfatto delle vostre ipotesi.

Grazie,
Alberto Nannini