Utente 280XXX
Buonasera innanzitutto chiedo scusa se vi tormento con una questione lungamente dibattuta in questo forum, HPV, ma purtroppo sono in preda all'ansia e al panico.sono un ragazzo di 29 anni e da qualche tempo frequento una mia coetanea che in seguito alla diagnosi di hpv di non meglio precisato ceppo,ha subito una conizazione dopo la positività al pap test e alla colposcopia.ormai un anno fa.Preciso che costei non ha mai avuto condilomi nei genitali esterni Ingenuamente,troppo ingenuamente,ho praticato dei preliminari liberi a cui è seguito un rapporto completo e protetto al termine del quale ho ricevuto l'amara sorpresa,ovvero il preservativo rotto. Terrorizzato pongo queste domande:
- visto che quasi certamente risultero contagiato QUANDO potrò intraprendere un iter diagnostico?
- per quanto comune sia l'HPV, si può GUARIRE COMPLETAMENTE?
- anche se non sviluppassi condilomi o altre manifestazioni in futuro,sarò PER SEMPRE portatore di hpv?
- quante speranze possibilità potrebbero esserci nel lungo periodo di poter
praticare il sesso non protetto con una partner sana senza il rischio di un contagio da parte mia?
- ho compromesso definitivamente vita natural durante la mia salute sessuale?
mi scuso ancora per la paranoia ma ho paura.
Grazie a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

innanzitutto non è matematico contrarre l'infezione da HPV dopo un solo rapporto a rischio e secondariamente se anche si fosse contagiato, le possibilità di guarigione spontanea sono del 70% nel corso del primo anno e del 50% entro il secondo anno. Quindi non si "fasci la testa" prima del tempo e proceda se lo crede, con un controllo specialistico dopo almeno tre mesi dal rapporto a rischio.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dottore
la ringrazio per sua solerte risposta,purtroppo le perplessità irragionevolmente persistono per quanto si possa essere razionali in queste situazioni.Stasera la ragazza di cui ho parlato ritirerà gli esiti del test hpv...potrei pubblicarle?
So bene che non dovrei fasciarmi la testa prematuramente,ma il timore di risultare contagioso negli anni a venire è logorante,l'idea di essere una fonte di sofferenza per la persona che amo (...o amerò....) credo sia insostenibile per chiunque.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
capisco i suoi timori e per tale motivo le ho consigliato di monitorare la situazione con una visita a tre mesi dall'ultimo rapporto a rischio, lo specialista valutata l'obbiettività stabilirà se eseguire un test con ac. acetico e se si riscontrassero aree dubbie, a procedere con un test HPV DNA.

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
piccolo aggiornamento: gli esiti del test hpv sono risultati NEGATIVI per i ceppi ad ALTO RISCHIO.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Quale test HPV e a chi è stato fatto ?
[#6] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
il test hpv dna è stato effettato alla ragazza di cui ho parlato,colei alla quale è stata praticata la conizzazione verso febbraio.il test hpv risale al mese scorso ed ha evidenziato la negatività a tutti i ceppi ad alto rischio
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
il test HPV DNA è un test specifico che indica se è presente una positività o meno ad un certo sottotipo e comunque segua il consiglio già dato di tenere monitorata la sua situazione con visite periodiche eventualmente seguite da test specifici.