Utente 280XXX
Salve,ho 27 anni e avrei bisogno di un vostro consulto rispetto ad un problema che mi tormenta da tempo.Più di un anno fa ho iniziato ad avere episodi di tachicardia molto sporadici ma intensi e lunghi.nel tempo questi episodi hanno iniziato a comparire anche 5-6 volte in un giorno.i sintomi erano appunto tachicardia improvvisa(specialmente appena messa a letto,quindi di notte),tremore forte,mancanza d'aria,sudorazione fredda,senso di debolezza e fastidio continuo al petto e al braccio sinistro.Con il tempo e vari accertamenti di ogni tipo mi hanno riscontrato questa tachicardia parossistica,e per questo ad aprile mi sono sottoposta a un intervento di ablazione,senza poi darmi alcuna terapia farmacologica.Dopo l'intervento invece di stare meglio,ho iniziato a stare male tutti i giorni con sintomi quali:senso di vomito,mi mancava l'aria,debolezza,dolore al petto a sinistra(sicuramente incideva molto anche il mio stato ansioso).Visto questo,3 mesi fa,ho deciso di ricoverarmi di nuovo presso un'altra struttura e dagli accertamenti fatti li mi hanno detto che l'intervento era riuscito perfettamente e mi hanno prescritto una terapia farmacologica. Lo xanax per 15 giorni (metà pillola di quelle da 0.25la mettina e metà la sera),e poi al bisogno,e il sequacor 1.25,una cp ogni mattina.Con questa terapia sembra che le cose siano andate meglio almeno fino ad ora,anche se la sera appena mi metto a letto all'improvviso salto in aria x qualche tachicardia,ma sicuramente è molto lieve e dura poco.Nell'ultima settimana però,mi sto accorggendo di non sentirmi proprio bene,infatti sabato sera ho avuto un episodio un pò più fastidioso,ma più che tachicardia,era fastidio al braccio sinistro e al petto,ed era come se io mi lasciassi andare,e proprio quando mi rilassavo avevo questa tachicardia, ed è stato così fino alle 5 del mattino.questa notte invece mi sono molto spaventata,mi sono messa a letto ma ero molto tranquilla,come ho preso sonno,ho avuto la prima tachicardia ma questa volta è stata molto più intensa e forte,e per la prima volta ho notato un sintomo che non avevo mai avuto,cioè,al momento della tachicardia mi sentivo come se mi salisse una pressione dentro fino alla testa,e quindi avevo la sensazione che la testa scoppiasse,poi smetteva,e poi lo rifaceva,questo me l'ha fatto x 4-5 volte finchè sono riuscita ad addormentarmi.cosa potrebbe essere? aspetto con ansia un vostro riscontro,x risolvere presto questo problema.vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Dire che l'intervento di ablazione sia perfettamente riuscito forse è un pò un azzardo...l'unico modo per escludere che lei abbia ancora la sua tachicardia o altre forme di aritmie non precedentemente trattate è di eseguire uno studio elettrofisiologico di controllo, perchè i risultati che darà le saranno di aiuto anche se dovesse risultare che non ha più nulla di aritmico...
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Io lo studio elettrofisiologico l'ho fatto 8 mesi fa,quando potrei rifarlo?c'è una tempistica da rispettare immagino...in ogni caso grazie per la disponibilità.a presto.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lo studio elettrofisiologico può ripeterlo tranquillamente (la tempistica alla quale fà riferimento è abbondantemente rispettata)...
saluti
[#4] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio molto per la disponibilità e per il consiglio.Un saluto.