Utente 280XXX
Salve,
E' quasi un anno che soffro di attacchi di panico molto forti, sono in cura da una psicoterapeuta ma solo da pochi mesi. La notte mi sveglio la tachicardia che poi, mi accompagna durante il giorno. Una sera non riuscendo a dormire per i forti dolori al petto digitando su google "cuore e attacchi di panico" ,purtroppo, ho letto questa cosa che vi riporto:

Gli attacchi di panico rappresentano un pericolo anche per il cuore. In particolare sembra che gli attacchi di panico siano connessi ad un aumento del rischio di coronaropatie ed infarti nei soggetti più giovani. E’ quanto affermano alcuni ricercatori in un articolo pubblicato su Eur Heart J. 2008 di dicembre AChi soffre di attacchi di panico ha un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiache o di avere un attacco cardiaco; il rischio è più alto se gli episodi di panico sono cominciati in giovane età. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato sull'ultimo numero della rivista European Heart Journal. Lo studio ha coinvolto un numero consistente di volontari, circa quattrocentomila, di età inferiore ai 50 anni. "Non ci sono molte informazioni circa i legami tra gli attacchi di panico o i forti disturbi d'ansia e il rischio di sviluppare problemi cardiovascolari. Per questo motivo abbiamo disegnato uno studio così specifico e che prevedesse un campione così ampio", ha dichiarato Kate Walters, autrice dello studio. "I dati raccolti ci confermano quanto sospettavamo e cioè che i soggetti, anche se giovani, che hanno disturbi d'ansia e attacchi di panico hanno un rischio cardiaco maggiore della media. Sulle basi molecolari di questo legame possiamo fare delle ipotesi", continua Walters. I soggetti che sono colpiti in tenera età da disturbi di questo tipo sono pazienti che finiscono per sviluppare comorbilità con alcuni disturbi che genericamente si dicono psicosomatici e che spesso sono dei processi infiammatori molto forti che si possono tradurre per esempio in dermatiti, difficoltà respiratorie, talvolta allergie. Queste reazioni modificano i preziosi equilibri intracellulari e, in particolare, tendono a influenzare la salute del sistema respiratorio e circolatorio; per questo motivo il cuore diventa un organo a rischio in questi pazienti", Gli attacchi di panico rappresentano un pericolo anche per il cuore. In particolare sembra che gli attacchi di panico siano connessi ad un aumento del rischio di coronaropatie ed infarti nei soggetti più giovani. E’ quanto affermano alcuni ricercatori in un articolo pubblicato su Eur Heart J. 2008 di dicembre . Lo studio ha coinvolto un numero consistente di volontari di età inferiore a 50 anni.

http://espertorisponde.paginemediche.it/it/377/archivio-risposte/psicologia-e-psicoterapia/ansia/detail_109059_attacchi-di-panico-e-rischi-cardiaci-correlati.aspx?c1=9996&c2=2933

Cari dottori ,Urge un vostro parere. :(((
Grazie mille a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Durante l'attacco di panico il cuore inizia ad aumentare la frequenza cardiaca ed i valori pressori solitamente aumentano.

Per tale motivo e' bene che gli attacchi di panico vengano curati precocemente e bene, se necessario con farmaci.
Arrivederci
cecchini