Utente 235XXX
Buonasera,
sono un uomo di 51 anni che si è sottoposto in data 30/10/2012 ad esame di gastroscopia e colonscopia.
Poco prime degli esami, l'infermiere mi ha inserito nel braccio sinistro un ago cannula.
Durante l'esame, vista la mia "non collaborazione", l'infermiere mi ha iniettato una fiala di valium. Subito ho avvertito un fortissimo bruciore.
Dopo circa 3 ore dagli esami mi hanno tolto l'ago e sono ritornato a casa.
Dopo un paio di giorni il braccio presentava un forte livido e mi faceva male sino al polso.
E' ormai trascorso un mese e accuso ancora dolore alla parte interna dell'avambraccio ed una forte sensibilità( mi da fastidio anche il contatto con la camicia).
Ho messo sulla zone varie creme ma senza alcun risultato.
Mi sono sottoposto ad esame ecocolordoppler A/V Arti superiori con esito negativo.
In data 02/12 ho effettuato una ecografia avambraccio sinistro che segnala tutto nella norma ad eccezione"si segnala la presenza di circoscritta estasia venosa superficiale del gomito in sede volare,verosimilmente da esiti:essa appare comunque comprimibile alla pressione mirata".
Al momento sto mettendo sul braccio pomata di Reparil-gel due volte al giorno e sto assumendo due bustine al giorno di verotunon 1000 senza alcun beneficio.
Cosa altro posso fare?E' normale che dopo un mese e mezzo ho ancora dolore ed una ipersensibilità all'avambraccio?
Da ieri mattina sto mettendo localmente pomata di Lasonyl (due volte al giorno) e sto assumendo ananase compresse 3 volte al giorno.
Attendo fiducioso un Vostro parere.
Grazie anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
i postumi di una flebite superficiale coinvolgono talvolta i tessuti molli circostanti (periflebite) e non raramente strutture nervose responsabili della alterata sensibilità.
A volte possono essere necessari alcuni mesi per una completa remissione dei sintomi.
[#2] dopo  
235679

dal 2015
Gentilissimo dottore, nel ringraziarLa per la risposta le volevo chiedere se secondo Lei va bene la cura che ho intrapreso ieri e per quanto tempo la devo fare.
Volevo anche chiederLe se, secondo il Suo parere devo fare altre indagini ( tipo EMG) oppure posso fermarmi ed attendere la remissione dei sintomi.
Grazie e saluti.