Utente 257XXX
Buongiorno dottori,

vi spiego brevemente la mia storia clinica sperando di ricevere un vostro parere perchè mi trovo in una situazione di completa incertezza sul mio stato:

- a 12 anni sono stato operato di varicocele sinistro (mi sentivo il testicolo rugoso e fuoriusciva del siero da questo)
- il mio sviluppo è andato correttamente (i valori di testosterone e prolattina sono sempre stati di due/tre punti sopra la norma). A 12 e 17 anni ho avuto, sotto il capezzolo destro, una ghiandolina di 1 cm che poi è sparita da sola in qualche mese, mi è stata indicata come sospetta lieve ginecomastia
-a 17 mi sono sottoposto ad esami genetici sui cromosomi (tutti nella norma), a nuovi test ormonali (sempre di due/tre punti sopra la norma), ed fsh (24) ed lh (12).
Inoltre ho fatto un'ecografia testicolare che ha non ha evidenziato nulla di strano (dimensioni dei testicoli e struttura tutto ok)
- a 21 anni ho avuto una torsione del testicolo destro, risolta manualmente, sono stato poi operato per la fissazione 4 mesi dopo l'evento. Una nuova ecografia durante la torsione, non ha evidenziato anomalie a livello di dimensioni e struttura
-da circa 6 mesi (ora ho 25 anni) ho avuto leggeri dolori al testicolo sinistro, ho fatto un'ecografia e mi è stata evidenziata una recidiva del varicocele sinistro operato a 12 anni. Faccio l'esame del seme (1 solo) con risultato criptoazoospermia.
Gli esami ormonali sono praticamente identici a quando avevo 17 anni ma una nuova ecografia ha avuto come esito (dimensione testicoli ridotta bilatelarmente, ma io me le sento identiche da sempre).
- da circa 7 anni ho acne cistica alla schiena e dermatite seborroica in faccia (lo dico per darvi il quadro più completo possibile)

-i miei genitori e nonni erano perfettamente fertili tanto da avere avuto più gravidanze
-mio fratello ha avuto anche lui problema del numero di spermatozoi (arrivano comunque a qualche milione), ma anche lui ha avuto due operazioni di varicocele e torsioni (di pochi istanti duranti i rapporti) al destro.

A livello sessuale ma avuto problemi erettivi o altro.

A questo punto ammetto di essere un po' confuso..cosa può essere secondo voi? Eventuali rimedi?
Questo giovedì ho la raccolta del seme, fatta su parare dell'andrologo che mi sta seguendo. Come posso prepararmi al meglio per questo evento?

Vi scrivo per avere più pareri esperti.

Vi ringrazio in anticipo,

Massimo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la infertilità maschile grave, così come la sua, si ritiene sia dovuta o ad una sorta di trasmissione ereditarie attraverso vie contorte che si fanno risalire ai cugini della madre, ovvero ad errori di sviluppo embrionale fra la IV e la VIII settimana di vita intrauterina. Detto questo, consiglio il congelamneto e se vi sono le condizioni (basso rapporto testosterone/17-beta.2.estradiolo inferiore a 10) eventuale assunzione di antiestrogeni. Soluzione da valutare con esperto andrologo. Questa è solo un parere di massima e terapia ha funzione limitata: per 3-4 mesi poi si sosopende e si toprna ai valori di prima.
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la celere risposta dottore.

A livello ormonale lei rileva qualcosa di strano?
Posso essere soggetto ad andropausa precoce?

Le dico, io se non fosse stato per quel controllo sul varicocele mi sentivo perfettamente a posto e non sospettavo nulla di questo problema.

La ringrazio ancora,

Massimo
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Gli ormoni indicano una esaurimento della spermatogenesi, per quano riguarda andropausa, non so dire, molto sensibile a stili di vita.


















[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il fatto di essre stato operato di varicocele a 12 anni, di aver avuto problemi testicoloari e di avere valori elevati di FSH sembrerebbero essre indiativi di un rilevante stato di sofferenza dell'epitelio della spermatogenesi che, purtroppo, non può essere modificato con nessun tipo di terapia medica.
che possa essre presente un fattore "genetico" familiare allo stato non può essere dimostrato ma solo ipiotizzato.
L'ipotesi di crioconservare una quota di spermatozoi prelevati dal suo sperma è una buona propspettiva per garantirsi, comunque, la possibilità di una procreazione medicalmente assistita con la sua compagna o moglie
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille a tutti per le risposte.

Giovedì spero in un buon esito (nonostante due settimane fa sono stato un po' malato e questo so che può avere effetti sulla produzione), altrimenti, con una terapia di antiestrogeni con che percentuale la mia situazione potrebbe anche solo temporaneamente migliorare?

Giusto per completare poi il piano:
- parlando con mio padre, a lui spesso saliva un testicolo all'addome (il destro)
- mia madre ha avuto 6 gravidanze, ma oltre me e mio fratello, gli altri 4 li ha persi in aborto spontaneo ai primi mesi.
- sulla dimensione dei testicoli, due ecografie su tre mi hanno detto che sono normali come dimensione e resto, l'ultima no..sono misurazioni molto soggettive? Il mio andrologo mi ha detto che sono anche un po' più "morbidi". Però a mio padre avevano detto lo stesso ma è stato capace di portare a 6 gravidanze naturali e mio fratello con la stessa diagnosi, produce comunque qualche milione di spermatozoi.

Grazie ancora a tutti,

Massimo