Utente 258XXX
Salve sono stato da due andrologi entrambi escludono problemi fisici dopo aver visto esami del sangue e il doppler entrambi mi consigliano di assumere cialis ma con tutto cio le mie erezioni a volte sono deboli come mai come devo fare ho 29 anni e ormai da mesi sono in fissa mi potete consigliare cortesemente darmi delucidazioni ora sto iniziando a prendere mezza pasticca di cialis 5mg prima di dormire e una bustina di ezerex al mattino cosa ne pensate

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non posso entrare nelle dinmamiche della visita, e la terapia medica appare corretta, ma in presenza di deficit erettivo in soggetto giovane, la prima cosa che mi viene da proporre è un colloquio psicologico con esperto. Ribadisco terapia farmacologica è ben fatta, ma personalmente preferisco la terapia psicologica in questi casi.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
sulla base dei dosaggi ormonali e di un esame ecodoppler riferiti normali, non capisco la indicazione all'uso del cialis che è un vasodilatatore arterioso e che ha un suo specifico ruolo terapeutico ogni qualvolta si sospetti l'esistenza di una problematica vascolare.
Il ruolo degli aspetti psicologici è abbastanza controverso. Sono la causa della disfunzione erettile o sono la conseguenza di una condizione di insicurezza erettile dovuta a problematiche circolatorie ?
certo una assistenza psicologica può essere utile per riuscire ad accettare meglio, a convivere, con la problematica circolatoria e la conseguente insicurezza erettile
cari saluti .
[#3] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
io non so piu cosa fare essendo giovane e i medici che mihan visitato dicono che son sano dopo aver letto gli esami forse nn mi rimane che la visita psicologica ma e un problema che si puo risolvere? i medici dopo aver letto gli esami e il sangue dicono che son sano si posson sbagliare?
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
In genere si guarisce eccome, soprattutto se esiste una diagnosi chiara come quella gfatta dai colleghi. Duifficile sbagliare, la diagnostica del deficit erettivo è roba da studenti del III anno di medicina. Complicarla significa solo cercare malattie dove non ce ne stanno, con le conseguenze del caso. Riassumo così una serie di articoli del Journal ogf Urology dal 2006 in poi.
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Cosa e' cambiato dal suo pregresso consulto?
http://www.medicitalia.it/consulti/Psicologia/312724/Cosa-fa-il-sessuologo

Ha effettuato una terapia psicologica, come le era stata suggerita, valutata la sua giovane eta' e l' esclusione di cause organiche?
Perche' predilige la tapia orale all' eventuale integrazione tra farmaco e lavoro su psiche/ sessualita' ed eventualmente coppia?
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

che la diagnosi di defcit erettile sia cosa da studenti di Medicina al III anno mi sembra un po' semplicistico.
E' chiaro che l'erezione è un fenomeno fisico nella cui fenomenologia entra in gioco la componente neuropsicologica.
Nel caso specifico siamo certi che la valutazione fisica sia stata completa ( esame clinico, valutazione delle erezioni notturne, esami ormonali, valutazione ecocolordoppler.....test con PGE1) tanto da escludere una rilevante componente organica ? Se si allora una valutazione-terapia psicologica potrebbe avere un sicuro effetto positivo.
Altrimenti si rimane nella "confusione"
cari saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Pardon IV anno.
[#8] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Cara dottoressa Randone iniziero a fare psicoterapia sono stato ieri ad un primo colloquio ma sa ho tanta paura a fidarmi e per il momento vorrei lasciar fuori la mia lei
caro dottor Pozza ho fatto gli esami del sangue ormonali e il doppler(reagendo a tre ore di erezione) a volte il cialis nn fa efetto la paura prende spesso il sopravvento io nn so davvero piu cone fare spero uscirne fuori preso
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
continui con colloqui, funzionano.