Utente 278XXX
Buongiorno, scrivo per avere un'informazione corretta su alcune pratiche e poi scegliere come agire. Per scelta non ho mai avuto rapporti sessuali completi. Da qualche tempo il mio ragazzo, stabile, vorrebbe che avessimo dei rapporti orali. Sono piuttosto titubante rispetto alle possibili Mst che si potrebbero contrarre pur che entrambi non abbiamo mai avuto storie occasionali e promiscue. Lui, a differenza mia, parecchi anni fa (6-7) ha avuto una relazione stabile con rapporti completi. Mi chiedevo: se entrambi siamo sani e non abbiamo, io sicuramente per la mia condotta, avuto occasione di contrarre Mst ce le potremmo trasmettere comunque o esse si trasmettono solo quando almeno uno dei due partner è infetto? Sono rapporti a rischio? Cosa concretamente, visto il quadro sintetico che ho fatto, possiamo rischiare? Come agire?

Ringrazio e pongo cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se tutte e due siete persone prive di qualche patologia e quindi "sani", è impossibile trasmettersi alcunché, neppure una malattia sessualmente trasmissibile.

Si rilassi e cerchi di vivere con serenità tutti gli aspetti che caratterizzano una normale relazione tra due persone "normali e sane".

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dott. Beretta,
la ringrazio per la sua risposta.
Volevo però specificarle che quando dico che siamo persone sane, in generale è perchè siamo sempre stati bene e dagli esami di routine non abbiamo mai avuto nulla. Rispetto alle MST però nessuno dei due ha mai fatto degli esami specifici, per cui è una mia deduzione quella di essere sani, supportata anche dallo stile di vita che finora abbiamo condotto, singolarmente ed insieme, che è molto lontano dai cosiddetti comportamenti a rischio. In questo quadro, pur parlando solo di rapporti orali, ritenga sia necessario che essi debbano essere protetti oppure no? Vale la regola che finchè non si avvertono sintomi particolari, si è sani? Rinnovo il grazie e i saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma gentile lettrice quale è il suo problema reale, non riesco a capire la questione un pò confusa che pone.

Sia più precisa nel formulare la domanda e non si perda in particolari non chiari.

In sostanza se ha, avete dubbi sull'aver contratto o meno una patologia sessualmente trasmissibile, parlatene con il vostro medico curante e con lui, seguendo le corrette tempistiche, fate le valutazioni cliniche di routine del caso.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
Il problema reale che pongo e che forse è rimasto in sottofondo è quello per cui si può affermare che due persone con lo stile di vita che le ho descritto, possono stare tranquille rispetto al rischio di trasmissione di MST, in caso di rapporto orale non protetto. E implicitamente chiedo anche se sia sufficiente basarsi sullo stile di comportamento che abbiamo avuto finora entrambi nella nostra vita (un partner senza mai rapporti e l'altro con rapporti solo con una persona risalenti a più di 6 anni fa ma godendo di ottima salute nel frattempo) per poter dire che non siamo affetti da nessuna MST. Forse così sono stata più chiara. Colgo anche il suo invito ad una maggior serenità che forse è proprio quella che manca e che rende problematico ciò che in fondo, proprio applicato a me ed al mio ragazzo, problematico non dovrebbe essere viste le condizioni. Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

"due persone con lo stile di vita, come lei ha descritto, possono stare tranquille rispetto al rischio di trasmissione di MST, in caso di rapporto orale non protetto".

Eventualmente sono "i rapporti solo con una persona (che non conosciamo) risalenti a più di 6 anni fa del suo partner (che anch'esso non conosciamo) che devono essere ben valutati.

Ma questo è un discorso che, come coppia, dovete sviscerare tra di voi e poi parlarne con il vostro medico di fiducia.

Se ci sono ancora dubbi si devono fare tutte le valutazioni ematochimiche del caso.

Ancora cordiali saluti.