Utente 143XXX
Salve.
Soprattutto nel periodo invenrale soffro di problemi di respirazione. Mi capita di faticare a respirare quando subisco dei repentini cambi di temperatura, ad esempio quando vado a dormire, con la caloria del letto o quando esco fuori a causa della temperatura bassa all'esterno.Non so se si tratta di asma, sta di fatto che non riesco ad inspirare a fondo producendo il classico "fischio".
Volevo chiedervi se l'assunzione di Alvesco al momento del sintomo sia efficace o se dovrei assumere un altro farmaco al momento del sintomo, visto che per la gran parte della giornata non soffro di questo disturbo, ma come dicevo solo in particolari condizioni. Per adesso assumo Inderal 40mg 1/4 per 3 volte al giorno per curare la tachicardia;1 capsula al giorno di Cymbalta 30mg per curare quella che sembra un disturbo di ipocondria e Levopraid prima dei pranzo e cena per la digestione.
Grazie in anticipo per la risposta!
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Innanzitutto è bene che lei tenga presente che un bloccante non selettivo come il propanololo induca broncosrizione, specie in soggetti con diatesi asmatica.
È un beta bloccante e quindi va impiegato con saggezza in questo tipo di pazienti.
Il fatto poi che lei assuma Cymbalta e Levopraid conferma il mio sospetto che lei sia un paziente affetti da grave ansia.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la Sua risposta.

Quindi cosa consiglia di fare? Dovrei trovare un nuovo beta bloccante o curare i problemi di respirazione con un farmaco come Alvesco?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Difficile darle un consiglio per via telematica.
Ne parli con il suo cardiologo per cambiare beta bloccante
Arrivederci