Utente 268XXX
gent. dott.
mi chiamo anno ho 52 anni da 2 in dialisi peritoneale in procinto di inserimento in lista trapianto renale. Ma non sono risultata idonea, ho dovuto subire:
1 escissione delle ovaie per cisti di 8 cm ovaio dx (risultato istologico negativo)
2 intervento mammella dx per carcinoma duttile infiltrante attulmente in terapia ormonale e a breve radioterapia.
La mia preoccupazione e quella di non poter piu' essere trapiantata. Secondo i medici che ho interpellato in caso di tumore ......il trapianto non è più consigliato.
QUANTO C'E' DI VERO? IN QUESTA AFFERMAZIONE?
Alla fine sono cosi' sfortunata?
Inoltre la nuova terapia ormonale mi ha causato un aumento pressorio, da farmi assumere 1 compressa di norvash il quale mi creava ritenzione e notevoli gonfiori, tolto ilnorvash la ritenzione ei gonfiori sono spariti ma il nuovo farm. ramipril mi ha prodotto un peggioramento della situazione renale az da 145 a 200, è possibile che il letrazolo e il ramipril abbiano contribuito a tale peggioramento.
La ringrazio pe rla sua attenzione
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregia Signora,
la presenza di una recente diagnosi di neoplasia esclude almeno per ora la possibilità di eseguire un trapianto di rene;il problema è legato al fatto che i farmaci immunosoppressori che vengono dati a dosi generose in queste condizioni sono anche capaci di aumentare il rischio di tumore e potrebbero determinare delle recidive di malattia.QUindi: va eseguito un attento follow up del problema tumorale se nel giro di 3-5 anni non ci fossero segni di attività di malattia,con un giusto consenso informato potrebbe essere possibile pensare di iniziare il perscorso di inserimento in lista.Per quanto riguarda i recenti problemi di ritenzione idrica,va considerato che i farmaci che assumete per la problematica alla mammella sono estremamente a rischio di fenomeni di ritenzione idrosalina;il ramipril puà avere determinato un lieve peggioramento della funzione renale,ma eseguendo la dialisi peritoneale questo hapoco significato,al limite andrà incrmentato lo schema di dialisi peritoneale .Ne parli con il nefrologo ospedaliero che la segue saprà aiutarla in tal senso.
Un cordiale saluto