Utente 239XXX
E' un po' di tempo che durante la notte mi agito molto, o mi sveglio, o sudo tanto, proabilmente era dovuto al fatto che avevo il riscaldamento molto alto, allora l'ho abbassato, ma comunque il sonno continua a essere abbastanza agitato, mi sveglio che sono distrutta, sudata, e ancora più stanca, ultimamente in più sento la stanchezza anche durante il giorno, ho spesso bisogno di dormire un po' al pomeriggio, ho fitte alla testa soprattutto tensione alla fronte e fitte alla parte sinistra, anche al collo, e mi sento sempre un po' stordita. Non ho mai sofferto molto di stanchezza anzi, 6 ore di sono mi bastavano eccome (anche perchè se dormo più di 9 ore continue mi sveglio il doppio stordita) però ultimamente anche se non ho sonno sono comunque stanca e spossata, pigra, molto pigra.
Cosa potrebbe essere? Io sono molto ansiosa e somatizzo molto ma insomma, prendo xanax 0.50 una volta al giorno e bevo la camomilla tutte le sere non so come potrei dormire meglio, e per la stanchezza durante il giorno sarebbero consigliabili degli integratori magari? Anche per aumentare la concentrazione scolastica magari...
E riguardo alle fitte alla testa potrebbe essere che passo troppo tempo al computer? Mi serve molto per la scuola in più faccio una scuola grafica quindi passo del tempo al pc anche li

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Manlio Converti
44% attività
4% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Cara utente, lei pone la sua questione in modo estremamente limitato. Non parla mai della sua vita relazionale nelle sue numerose richieste, dei suoi problemi familiari, delle sue aspirazioni e dei suoi progetti di vita, ma solo di somatizzazioni e psicofarmaci. Ritengo sia più utile suggerirle di parlare di questo nella vita reale con uno psicoterapeuta o direttamente con il suo psichiatra, piuttosto che cercare qua una soluzione virtuale che non può sostituire le eventuali carenze affettive.
Le suggerisco anche, umanamente, di cercare nelle relazioni affettive amicali e sentimentali quella cura che gli psicofarmaci o le relazioni con medici virtuali, non le potranno mai dare in modo soddisfacente.

Manlio Converti
[#2] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
il sintomo 'sudore notturno, meriterebbe un approfondimento medico: ne parli col suo medico curante per eventuali esami ematochimici o approfondimenti specialistici.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Ringrazio per le risposte, in ogni caso ne parlo con il mio psichiatra di tutto quello che mi succede, fisicamente e nella vita di tutti i giorni, cerco solo più pareri, anche perchè i farmaci li sto togliendo, psicologicamente a livello conscio ora sto praticamente bene, il problema è la somatizzazione e non riesco sempre a capire quando è somatizzazione o quando può essere altro, grazie
[#4] dopo  
Dr. Manlio Converti
44% attività
4% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Credo che lo scopo di una buona terapia sia quello di farla stare senza somatizzazioni non senza farmaci, quindi valuti con il suo psichiatra semmai l'uso di altre categorie di farmaci, come le comuni "benzamidi sostituite" molto efficaci in caso di somatizzazione utilizzate anche per le vere e proprie disfunzioni gastriche, ad esempio.
I farmaci non fanno miracoli, sicuramente, e potrebbe essere utile una psicoterapia, ma mi pare di avere capito che lei si sia molto limitata nel tentativo di togliere i farmaci piuttosto che di togliere il suo problema!

Auguri
Manlio Converti

[#5] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio ma il mio scopo è di togliere problema e farmaci, sono 3 mesi che prendo entact e xanax e a 17 anni vorrei evitare di assumere regolarmente certi farmaci soprattutto dopo aver avuto un amica che è andata in crisi di astinenza dopo l'assunzione di xanax. Ho molta fiducia nel mio psichiatra e ho fatto altre terapie e ultimamente sono anche abbastanza tranquilla, l'unica cosa è che rigurgito circa 20 volte al giorno e semplicemente volevo sapere se questi miei problemi di stomaco potevano essere collegati con il mio affaticarmi ai minimi sforzi dell'ultima settimana, ringrazio anche dr. Ponzi ne parlerò con il mio medico di base
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Entact può favorire l'insonnia notturna e il bruxismo (serramento o digrignamento dei denti).
Il bruxismo a sua volta può generare mal di testa e dolori al collo.
Il sonno disturbato e inefficace, sia come effetto diretto del farmaco che come effetto dei continui microrisvegli (arousal il termine tecnico) dovuti al bruxismo, genera la sonnolenza diurna.

Purtroppo non esiste la "pillola della felicità".
La felicità deve trovarla in lei stessa con le proprie risorse, con l'aiuto, magari di uno specialista.
Mi associo ai colleghi che mi hanno preceduto, suggerendole l'approccio psicoterapeutico.

Senza dimenticare, una volta che sarà riuscita a eliminare farmaci da cui una ventenne dovrebbe stare alla larga, di rivalutare il suo mal di testa e il male al collo, se dovessero ancora esserci, con il suo dentista.
[#7] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
ATRIPALDA (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

dalla sua scheda risulta avere più di 20 anni mentre ne dichiara 17.

Allo stato attuale, non vi è indicazione per l'uso di entact all'età di 17 anni, come del resto l'utilizzo di benzodiazepine non ha mai indicazioni nel lungo termine e in ogni caso mai alla sua età riferita.

Allo stato attuale, vi sono condizioni che, comunque, richiedono attenzione e vanno esplorate attentamente per capire se effettivamente dipendano da patologie di cui soffre o appartengano a ciò che è ritenuto "somatizzazioni".
[#8] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Ho problemi alla mandibola riguardo al mal di testa ecc... Comunque io sono gia in cura da uno psichiatra... So che è sconsigliato l'uso di certi farmaci alla mia età, ma la mia situazione psicosomatica era davvero esagerata prima di iniziare a prenderli, comunque li stiamo diminuendo adesso xanax ne prendo solo 0.25 al mattino e entact da gennaio passerò a 3 gocce invece che 6 solo al mattino e non sono neanche 3 mesi che li prendo, ho molta fiducia nel mio psichiatra e ringrazio anche voi
[#9] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
ATRIPALDA (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Ma il problema alla mandibola era antecedente all'uso dei farmaci?