Utente 132XXX
Buonasera,nei giorni scorsi mi sono recata alla mia prima visita allergologica per un fastidio che mi porto da anni e consiste nell'avere quasi perennemente naso chiuso ( soprattutto al mattino ) e occhi irritati ( a detta dell'oculista si tratta di congiuntivite allergica ) -
Alla visita sono anche stata sottoposta al prick test, e il risultato è stata una doccia fredda:
cane +
gatto ++
Non ho animali domestici,mai avuti in vita mai (purtroppo) ma era mia intenzione a breve portarmi a casa un amico a quattro zampe del canile dove faccio la volontaria tutti i sabati ( senza aver mai avuto alcun sintomo allergico!! )
Ora, l'allergologa sostiene che i miei problemi a naso e occhi derivino da una sinusite ( consigliata visita otorinolaring. ) ma in ogni caso è stata molto chiara: no cane o gatto in casa.
Vorrei sapere, a quali rischi posso andare incontro tenendo con me in casa un cane , considerando che il risultato del prick test è solo di un + . Sopporterei senza problema qualche starnuto e un po' di bruciore di occhi in piu' pur di avere con me un amico a 4 zampe.
Grazie per l'attenzione, aspetto un parere con ansia!
saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto
48% attività
16% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Gentile signora
la positività ai prick test è molto attendibile,lei soffre di sospetta oculorinite allergica.La diagnosi va confermata comunque con una visita ORL ,con striscio sul muco nasale per la ricerca degli eosinofili e il rilevo della mucosa nasale tipica della rinite allergica.Basta avere un contatto anche 1 volta a settimana con cani e gatti per sensibilizzarsi.Mi sento di dar ragione all'allergologa nel dire di evitare questi cari animaletti.Un contatto stretto potrebbero aggravare la sua sintomatologia e sviluppare anche una possibile forma asmatica e/o orticarioide.L'oculo rinite allergica fa parte della cosiddetta "marcia allergica",cioè si può passare da una forma di rinite ad asma e viceversa ,in quanto l'epitelio nasale e bronchiale è simile.
Una volta informata spetta a lei prendere la decisione di portarsi questi animali in casa
un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Mille grazie per la riposta Dott. Pinto.
Il fatto è che questi problemi li ho da anni e la volontaria al canile la faccio soltanto da qualche mese...
Inoltre parecchie persone di mia conoscenza risultate allergiche al pelo di cani-gatti tramite prick test( sempre a livello di + o ++ ) pur avendo l'animale in casa non presentano alcun problema! mentre invece presentano problemi all'aria aperta coi pollini-graminacee e ambrosia ( in quel caso pero' il livello di allergia è piu' elevato ed è +++ o addirittura ++++ )
Per questo mi sono illusa di poter aver la stessa loro fortuna...
Approfondiro' sicuramente da un ORL al piu' presto, grazie ancora
saluti