Utente 281XXX
Salve, ho un problema con l'antistaminico Xyzal: non riesco a sospendere da più di 4 anni e adesso mi trovo con transaminasi GPT pari a 59,che però tendono ad aumentare e vi assicuro che il fatto che aumentino dipende dall'antistaminico o comunque con molta probabilità dipendono dallo Xyzal.

Ultimamente (da una settimana) ho una rinite (avverto le narici irritate), ma proprio non comprendo: prendo antistaminico e faccio uso di spray nasale al fluticasone furoato (Avamys), siamo a Dicembre e in questo mese io addirittura potrei non prendere nulla e mi viene anche la rinite !! Sembra contraddittorio: se in questo mese non soffro di niente perchè dovrebbe venirmi qualcosa ?

Ho provato anche a cambiare antistaminico (sotto consiglio di allergologo) con Aerius, ma niente stessa situazione, a questo punto dubito persino io che la rinite sia di origini allergiche, voi cosa ne pensate a riguardo? Inoltre Xyzal e Aerius hanno gli stessi effetti ?

Poi vorrei capire una cosa: perchè alcuni sospettano che il fatto che, anche se cambio antistaminico con un altro che ha gli stessi principi attivi, comunque avverto sintomi legati all'allergia, idem se non prendo antistaminico nel periodo dove sono certo di non avere allergie di alcun tipo sia legato ad un problemino di tipo psicologico ? Può essere vero? Dovrei per caso consultare uno psichiatra ?

Sinceramente non so cosa devo fare e cosa devo pensare: se non prendo l'antistaminico non mi sento bene per la rinite, se lo prendo la rinite si attenua, ma non passa del tutto come prima di una settimana fa, MA aumentano le GPT, un metodo per sentirsi bene e non far soffrire il fegato non esiste? Ma non un vaccino, che è già in programma, ma farebbe effetto entro 2/3 anni e non posso prendere antistaminico e vaccino contemporaneamente o meglio non nel mio caso perchè stavolta l'antistaminico lo devo eliminare obbligatoriamente altrimenti non oso immaginare le GPT dove arriveranno.

Della serie per sentirti bene devi sentirti male e se non vuoi sentirti bene allora sopporta di sentirti male, ma quando allora mi sentirò bene ?

Cortesemente vorrei capirci qualcosa.
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Mi scuso per il ritardo ma con le Feste trovare un attimo "buono" risulta ancora più difficile.
Mi perdonerà se mi permetto di citarLa parola per parola, ma non il Suo racconto non è chiarissimo.

«vi assicuro che il fatto che [le transaminasi] aumentino dipende dall'antistaminico o comunque con molta probabilità dipendono dallo Xyzal»: quali sono gli elementi che La portano a questa conclusione? come fa ad essere sicuro che non esistano altri motivi?

«(da una settimana) ho una rinite (avverto le narici irritate), ma proprio non comprendo: prendo antistaminico e faccio uso di spray nasale al fluticasone furoato (Avamys), siamo a Dicembre e in questo mese io addirittura potrei non prendere nulla e mi viene anche la rinite»: ammettendo che una "irritazione delle narici" possa effettivamente rappresentare una rinopatia infiammatoria, esiste senz'altro la possibilità che tale condizione non abbia origine allergica.

Però: «non riesco a sospendere» e «potrei non prendere nulla» risulterebbero in contraddizione.

«Ho provato anche a cambiare antistaminico (sotto consiglio di allergologo) con Aerius, ma niente stessa situazione, a questo punto dubito persino io che la rinite sia di origini allergiche...»: se si riferisce all'ultima settimana nel momento in cui scriveva (per cui adesso dovrebbe stare bene), siamo d'accordo.

«se cambio antistaminico con un altro che ha gli stessi principi attivi, comunque avverto sintomi legati all'allergia»: se il principio attivo è lo stesso e presente nella medesima dose, per logica l'effetto deve essere identico.
«idem se non prendo antistaminico nel periodo dove sono certo di non avere allergie di alcun tipo»: se presenta manifestazioni riferibili ad allergia respiratoria in un periodo nel quale non esistono i "Suoi" allergeni, è ipotizzabile che abbia sviluppato una nuova sensibilizzazione (oppure stiamo parlando di allergeni che ci sono e vengono "sottovalutati", es. gli acari).

Se posso darLe qualche consiglio:
- verifichi effettivamente con il Suo medico curante o con l'allergologo che l'alterazione delle transaminasi sia attribuibile all'antistaminico;
- se così fosse, trovi con il Suo allergologo un'alternativa valida (ne esistono diverse, non ho mai trovato un paziente che rispodesse unicamente a un particolare antistaminico); peraltro l'associazione con lo steroide nasale generalmente controlla benissimo i sintomi;
- valuti con l'allergologo l'opportunità di ripetere i test.

Saluti e auguri,
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Mi scuso per la lunga attesa, ma ho avuto dei problemi.

1)Mi sono espresso male, volevo dire che se togliendo l'antistaminico attuale le transaminasi scendono allora era proprio l'antistaminico, non escludendo che il loro aumento può dipendere anche da altre cause.

2)(da una settimana) ho una rinite ....
Risolto, anche se non ho capito nemmeno la causa.

3)Però: «non riesco a sospendere» e «potrei non prendere nulla» risulterebbero in contraddizione.

Ed è proprio la contraddizione che mi fa andare in bestie !! Cioè se nel mese di Dicembre non devo avvertire alcun sintomo attribuibile a reazione allergica allora come mai se in tale mese sospendo l'antistaminico mi viene la rinite allergica? (non è sorta alcuna nuova allergia)

4)«se cambio antistaminico con un altro che ha gli stessi principi attivi, comunque avverto sintomi legati all'allergia»
L'allergologo mi ha detto (pochi giorni fa) che l'Aerius è meno forte rispetto allo Xyzal, se questo è vero smentisco quanto appena scritto in 4)

5) Ma secondo lei gli immunostimolanti sono una valida alternativa?

6) Posso combinare assieme immunostimolanti e vaccino ? Se lo faccio cosa accade ?

---Sfogo personale: La medicina è uguale per tutti, ma vorrei proprio capire dietro le quinte dei cantanti cosa c'è? Sono anche loro persone umane e non è possibile che sembrino perfetti, la perfezione non esiste.
Vero è che " l'apparenza inganna " ma infatti la mia curiosità si spinge oltre a quello che vedo con i miei occhi, io mi spingo ai behind the scenes.