Utente 280XXX
salve. verso fine Agosto il mio ginecologo ha rilevato la presenza di 2 cisti ovariche di 3 e 5 cm. mi ha prescritto la pillola (zoely) che ho preso per 3 mesi. non vedendo alcun miglioramento il dottore mi ha fatto fare delle analisi e,in base ai risultati, ha deciso di eseguire un intervento laparoscopico. la pillola l'ho presa fino al 9 Novembre. Il 19 Novembre sono stata operata e non ho fatto alcuna terapia per la coagulazione perchè,a detta dei medici, sono troppo giovane. il 14 Dicembre,ho cominciato una nuova cura con la pillola (Klaira) che dovrò prendere per 6 mesi dato che mi hanno detto che sono predisposta alla formazione di tessuti endometriotici. arrivo al dunque. leggendo il foglietto illustrativo della pillola ho visto che può provocare trombsi, embolia, infarto ictus...il mio ginecologo non mi ha prescritto nessun esame per vedere se posso prendere la pillola senza problemi. ora sono terrorizzata dall'idea di avere un'embolia e non so se è questione di ansia ma inizio ad avere dolori al braccio sinistro,al petto,alle gambe, alla schiena e in particolare al piede e qualche ora fa,dopo aver tossito,ho visto che tra la mia saliva c'era un po'di sangue. cosa devo fare?qualcuno può darmi qualche consiglio?vi prego sono davvero preoccupata!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Una paziente che deve intraprendere estroprogestinici deve eseguire una serie di esami ematochimici genetici per valutare la presenza o meno di trombofilia.
Inoltre qualsiasi intervento chuirurgico, specie se in ambito addominale, deve essere preceduto e seguito da adeguata profilassi antitrombotica.
Ovviamente la paziente in terapia estroprogestinica deve assolutamente astenersi dal fumo
Detto questo i disturbi che lei segnala non hanno niente a che vedere ne' col cuore ne' con embolie.
Cordialita'
cecchini

[#2] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio per la risposta. io non ho fatto alcuna terapia dopo l'operazione perché i dottori non l'hanno ritenuto opportuno.su che base hanno fatto questa scelta se lei mi dice che l'intervento chirurgico deve essere preceduto e seguito da profilassi antitrobotica? l'unico esame del sangue che mi hanno fatto è stato il giorno dopo l'intervento poi basta. sono stata dimessa e il ginecologo mi ha dato la pillola e mi ha detto di rivederci a Febbraio senza prescrivermi alcun tipo di esame del sangue. a questo punto dico è matto? può darmi qualche consiglio su cosa fare?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La domanda di perche' non le abbiano fatto eseguire una profilassi antitrombotica preoperatoria e di perche'0 non le abbiano prescritto uno screening per la trombofilia proima della prescrizione della "pillola" deve porla ai Colleghi in questione.
L'esame che deve fare va sotto il nome di "test genetici per la trombofilia".
Arrivederci
cecchini