Utente 550XXX
Nel corso di un controllo generale e dell'esame doppler della carotide è emerso che c'è una occlusione al 45% della carotide dx ascendente mentre la sx è libera.
Chiedo se questa occlusione può regredire assumendo farmaci oppure potrebbe essere necessario un intervento ?.
seguendo delle indicazioni precise potrà ritornare completamente libera ?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mezzetti
20% attività
0% attualità
0% socialità
OSIO SOTTO (BG)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile Utente, un riscontro occasionale di una stenosi carotidea del 45% è un evenienza comune in un soggetto con noti fattori di rischio quali ipertensione, diabete, dislipidemia, familiarità e fumo di sigaretta. In assenza di sintomatologia specifica, senza cioè che la carotide abbia "parlato", ed in assenza di segnalate ulcerazioni all'ecocolordoppler non vi è assolutamente necessità di correzione chirurgica. Risulta altresì indispensabile una terapia medica antiaggregante piastrinica (es. acido acetilsalicilico), una corretta terapia medica per il controllo dei fattori di rischio ed un monitoraggio ecocolordoppler anche una volta l'anno. La terapia medica non farà regredire la placca ma permetterà che non aumenti l'entità della stenosi e soprattutto che essa non dia mai alcun sintomo neurologico, la convivenza con la placca non le causerà mai alcun disturbo.
Roberto Mezzetti
[#2] dopo  
Dr. Pietro Mingazzini
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
gentile signore

una stenosi di questa entità non le crea alcun problema.Controlli l'ipertensione e la dislipidemia.Con una terapia antiaggregante ed una statina in alcuni casi si è ottenuta la regressione della lesione.Consulti il suo medico.
cordiali saluti
Pietro Mingazzini