Utente 250XXX
Gentili dottori,


Sono un ragazzo di 28 anni a cui, per curare un problema di erezione, è stata prescritta dall'andrologo l'assunzione di Levitra 10 mg "al bisogno", prima del rapporto sessuale. Debbo dire che finora il Levitra 10 mg ha praticamente funzionato sempre bene, ed un paio di volte mi sono accorto che sono riuscito a fare sesso piuttosto bene anche la mattina, diverse ore dopo l'assunzione del Levitra, sicuramente più delle 5 che sono indicate come periodo di attività del farmaco. L'altra sera, tuttavia, ho fatto sesso con una ragazza, prendendo il levitra più di un'ora prima del rapporto (c'è da dire, però, dopo una cena abbondante in un ristorante indiano a base di pollo in salsa piccante e riso). La sera, ho avuto difficoltà nella penetrazione, all'inizio; difficoltà che poi sono scomparse ed ho potuto avere un discreto rapporto, senza però riuscire ad eiaculare in vagina (ho eiaculato fuori tramite masturbazione). La mattina, quando penso che l'effetto del farmaco doveva essere cessato o in fase di diminuzione, sono prima venuto tramite masturbazione, poi dopo più di un'ora abbiamo rifatto sesso: la penetrazione è stata ottima, come molto buono il rapporto, solo che anche stavolta non sono riuscito ad eiaculare in vagina ma soltanto fuori tramite masturbazione. Mi chiedo: visto che il Levitra 10 ha sempre funzionato bene, garantendo degli orgasmi e dei rapporti veramente buoni, l'assenza dell'orgasmo durante il rapporto e i primi problemi di penetrazione avuti la sera, saranno stati dovuti al fatto che ho assunto il Levitra dopo un pasto abbondante? Ho parlato con l'andrologo e questi mi ha consigliato di spezzare la pillola di Levitra e toglierne 1/3, in modo che il farmaco sia meno forte... Ma mi sembra strano, perché queste pillole da 10 mg hanno sempre funzionato a perfezione! Aggiungo che il giorno prima del rapporto ero venuto altre due volte, ma ho 28 anni, nn penso proprio che questo possa aver causato per ben due volte la mancanza di eiaculazione in vagina. Premetto che questa cosa mi è successa solo una volta, dopo aver assunto una pastiglia di Levitra da 20 mg, e un'altra una mattina, dopo aver avuto però un rapporto più che soddisfacente la sera, previa assunzione della suddetta pillola da 10 mg.
Che fare? La prossima volta spezzo la pillola privandola di 1/3 o riprovo con quella da 10 mg intera, che ha praticamente sempre funzionato, assumendola preferibilmente a stomaco vuoto? Grazie per le vostre risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci e non faccia il medico di se stesso.

In questi casi sempre risentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Detto questo poi, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,


Come ho scritto, ho sentito il mio andrologo: mi ha detto di riprendere una pasticca di Levitra spezzata, eliminando 1/3 della sua massa. La mia domanda è: il Levitra non mi ha permesso di eiaculare in vagina durante il rapporto perché 10 mg sono troppi per me ora e quindi dovrei fare come dice l'andrologo per diminuirne la quantità? O ho avuto questo problema perché ho assunto il farmaco dopo un pasto abbondante? Il levitra 10 mg, ripeto, ha dato praticamente sempre, tranne forse una volta, risultati soddisfacenti... Cosa è successo? Perché? Cosa fare?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

una rondine non fa primavera!

Quello che le è successo, una sola volta, potrebbe essere legato a 1000 fattori che con un pasto abbondante ed il farmaco assunto possono non avere alcun collegamento.

Comunque ora segua le indicazioni ricevute dal suo andrologo.

Sull'eiaculazione ritardata si legga anche questo articolo, sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .

Un cordiale saluto.