Utente 264XXX
Buongiorno,
Sono una donna di 34 anni, ex fumatrice (ho fumato per circa 10 anni, ho smesso da 3 anni)
Scrivo qui perchè in seguito a frequenti mal di testa e sensazioni di sbandamento che si sono verificate nell'ultimo periodo, ho eseguito vari esami: analisi del sangue tutto ok, visita otorinolaringoiatrica non ha rilevato problemi all'orecchio, visita fisiatrica (per dolori alla cervicale) ha riscontrato una contrattura dei muscoli del collo.
Il mio medico mi ha prescritto radiografia e RMN del collo e RMN del encefalo. la radiografia e la risonanza al collo sono negative, non ci sono ernie, ne protrusioni.
L'unica cosa di strano è l'esito della RMN del cranio che rileva: puntiformi areole di elevata intensità di segnale in T2 sono riconoscibili nel contesto della sostanza bianca delle regioni frontali e sono in prima ipotesi suggestive per micro esiti vascolari. Il resto tutto nella norma nella risonanza del cranio.
Ho eseguito l'ecodoppler dei vasi sovraortici, con esito negativo.
In seguito a questo, il mio medico mi ha prescritto visita neurologica con esito: nessun rpoblema neurologico e poi visita cardiologica che non ha riscontrato alcun problema al cuore (il mio medico ipotizzava un eventuale PFO).
A questo punto il cardiologo mi ha prescrito un doppler transcranico per eliminare ogni dubbio sulla circolazione all'interno del cervello.
La mia domanda è: mi devo preoccupare per questi micro esiti vascolari? e' abbastanza comune che escano nella RMN? devo fare altri esami per approfondire ancora la loro provvenienza? Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In effetti ritrovare esiti ischemici in una donna giovane spinge a trovarne la causa. Un ecofoppler transcranico ed un test con le microbolle sono importanti per escludere una per vieta del forame ovale.
Cordialità
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Il cardiologo in seguito all'ecocardiogramma aveva escluso la possibilità di PFO...
Adesso ho prenotato il doppler transcranico, ma se anche questo uscisse negativo? Cosa devo fare? Devo continuare le indagini? Il neurologo ad esempio, quando ha visto le foto della RMN mi ha detto che questi micro esiti sono talmente piccoli, che non mi devo preoccupare , che è normale che compaiano dopo i 30 anni...
Non so più cosa credere, lei cosa mi consiglia, grazie davvero tanto per le sue risposte, ho bisogno di tranquilizzarmi un po', sono tanto preoccupata...
Ora prendo la cardioaspirin 100, prescritta dal cardiologo.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quando si rilevano esiti ischemici, per quanto piccoli, e' opportuno escludere le cause piu' frequenti.
Con l'ecografia transtoracica possono sfuggire piccoli shunt a livello atriale.
Il doppler transcranico ed eventualemente (se questo risultasse positivo) un'ecografia transesofagea potrebbero essere molto utili.
E' anche vero che il fumo puo' favorire queste lesioni, specie se, ad esempio la paziente avesse anche assunto estroprogestinici.
Ma non starei a preopccuparmi eccessivamente.
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore, sì , è vero che dopo i 18 anni ho assunto per qualche anno la pilola contemporaneamente al fumo (devo ammettere che fumavo tanto, alle volte arrivavo anche a due pacchetti al dì), magari è stata questa la causa scattenante, cmq ora farò anche quest'esame e poi si vedrà. La ringrazio per la disponibilità e le auguro buone feste.
[#5] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera dottore,

In riferimento al mio quesito per i microesiti vascolari riscontrati nel RMN encefalo, ho eseguito sotto la prescrizione del mio cardiologo una ecodoppler transcranico con il seguente risultato:
"6 e numerosi segnali, durante respiro spontaneo e dopo Valsalva"
In seguito a questo esito, il medico mi ha prescritto un ecocardiogramma transesofageo che ho eseguito oggi, ma che ha come esito: "Ecocontrasto negativo per shunt paradosso spontaneo e dopo Valsalva".
in attesa di consultare il cardiologo, chiedo cortesemente un parere professionale anche a Lei, visto che questi due esiti mi sembrano un po'... contrastanti...
Lei cosa ne pensa?
La ringrazio tantissiomo per la disponibilità
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quello che conta é il transesofageo che essendo negativo, esclude la possibilita di n forame ovale pervio.
Rimane il problema dei molteplici segni di ischemia cerebrale alla RM che sono vecchi esiti.
La cosa migliore che lei possa fare è che lei....continui a smettere di fumare, e che assuma piccolw dosi di aspirina ( ovviamente ne parli con il suo medico)
Cordilamente
Cecchini