Utente 684XXX
Buona sera,volevo un vostro parere su questo dolore che mio padre da anni riferisce agli arti inferiori non ben specificati particolarmente di notte che tende a migliorare solo con i movimenti.Abbiamo eseguito vari esami:
Eco doppler arterioso e venoso dove si evidenziano alterazioni degenerative parietali(arterioso);dilatazione e minima insufficienza del SVP dx(venoso)
EMG:l'esame a mostrato segni di pregresso danno neurogeno,in assenza di denervazione in atto a livello metamerico L4-L5;L5-S1 minore a sx,non avvenuta reinervazione a livello metamerico L5-S1 a dx
RM cervicale:nella norma
RM lombare:a livello L2-L3 L3-L4 è presente erniazione discale L-4 L-5 dilatazione dell'anulus fibroso.Il canale vertebrale presenta dimensioni minori rispetto alla norma.
RM encefalo:in sede peri-ventricolare bilaterale presenza di piccole lacune ischemiche.
RX ginochia:marcata gonartrosi.RX LOMBO-SACRALE:segni di spondilo atrosi.Mio padre ha seguito diverse cure farmacologiche senza ottenere buoni risultati.Oltre a farmaci anti-infiammatori e anti-dolorifici,per alcuni mesi gli è stato consigliato NEUROUTIN e TIOBEC.In attesa di una sua risposta la ringrazio e le porgo distinti saluti.Perdoni i miei sbagli su alcuni termini.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Utente 684XXX

Iscritto dal 2005
Grazie per la risposta.La contattero al più presto,buona giornata.
[#2] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Per quanto sia possibile valutare on line un caso di questo genere potrebbe trattarsi di un quadro clinico intricato. Infatti sia la situazione vascolare arteriosa che le condizioni osteoarticolari della colonna (non sottovaluterei per esempio la stenosi del canale vertebrale) e delle ginocchia sono in grado di contribuire a sostenere i disturbi lamentati. Sarebbe quindi necessario visitare il paziente per precisare la diagnosi e la terapia. MG