Utente 261XXX
G.li dottori,
sono sempre stato un soggetto molto ansioso, ma da maggio ho avuto una sintomatologia da attacchi di panico, che adesso non insorge piu in modo cosi acuto, ma con un malessere che pervade le mie giornate( nausea stordimento senso di ubriachezza, senso di percepire il dolore in modo piu forte ecc. ecc.).
Ultimamente inoltrre sento fluire a volte nella giornata, in base a cambiamenti posturali, il sangue nell orecchio e poi se faccio qualche sforzo anche una camminata sento pulsare il cuore nel collo.... premetto che sono seguito da tempo da un cardiologo per un lieve prolasso mitralico e passati episodi di tachicardia parossistica, dunque ho fatto un sacco di visite e accertamenti. ultimamente ho parlato di questi sintomi al dottore il quale mi ha risposto dandomi il numero di una psicologa, visto il mio stato ansioso ipocondriaco. Io comunque ho paura che magari possa essere un occlusione delle vene, arterie del collo oppure un aneurisma. ho detto al dottore se mi faceva un holter pressorio lui mi ha completamente ignorato. pensate davvero che l ansia possa provocare tutto questo? ho fatto una visita cardiologica qualche giorno ha e ho posto tali domande al medico che mi conosce bene e ripeto visitandomi con ecg ecodopp,er pressione ecc non ha ritenuto oppurtuno fare altre analisi(il medico mi segue da 10 anni per questo piccolo prolasso e tachicardia sv), voi che ne pensate?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se tutti gli esami che lei ha eseguito avessero dato esito negativo, come lei riporta, penso proprio che la causa mdi questi sintomi possa essere attribuita all'elevata quota ansiosa che si evince da cio' che scrive.
Concordo con il collega che la sta curando
Arrivederci ed auguri
[#2] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
gentile dott. auguri a lei,
il mio cardiologo non ha mai ritenuto opportuno fare ad es un holter 24 h o un holter pressorio... nonostante io abbia a volte extrasistole o crisi di tpsv(ormai molto rare) per le quali mi ha detto se voglio effettuare un ablazione ma nel mio caso non c e bisogno poichè sono molto sporadiche e di poca durata. Da qualche tempo che ho questi disturbi(flusso nelle orecche, pulsazioni al collo) il dottore non mi ha neanche ascoltato, poichè mi rreputa adesso molto ipocondriaco e ansioso.
lei che ne pensa?
dovrei fare un holter? un ecodoppler dei tronchi sovraortici?
la tpsv è stata diagnosticata dopo ecg durante la crisi interrotta con verapmil circa 10 anni fa.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un episodio di TPSV datato 10 anni fa non suggerisce certo un tentativo di ablazione.
Mi pare che la sua ansia le riduca la qualità di vita .
Penso che lei non abbia bisogno di un cardiologo
Arrivederci ed auguri