Utente 856XXX
Buongiorno,
il 2 marzo 2012 mia mamma è stata operata di melanoma, dopo un primo allargamento fatto in dermatologia. Le è stato fatto un secondo allargamento, melanoma III clark 0,8.
A distanza di otto mesi ha fatto rx toracica dove è risultato tutto a posto e un'ecografia addome e parti molli.
Leggo quanto scritto sul referto: esame mirato in sede inguinale bilateralmente dove si repertano alcuni linfonodi di aspetto reattivo con ilo e parenchima ben rappresentati, il maggiore ha diametro massimo di circa 2 cm. Non si apprezzano immagini riferibili a lesioni con caratteristiche di evolutività.
cosa vuol dire? come mai a questa distanza ha linfonodi reattivi? è normale o deve indagare con altre analisi? il melanoma era sul ginocchio sinistro.
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia assolutamente tranquilla i linfonodi reagiscono ingrossandosi, ed è una reazione NORMALE , per cause diverse, ed anche l'intervento stesso può causare una reazione linfonodale.

>>il melanoma era sul ginocchio sinistro.>>

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

Ed infatti il referto ecografico è tranquillizzante
>>Non si apprezzano immagini riferibili a lesioni con caratteristiche di evolutività.<<
[#2] dopo  
Utente 856XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dott.Catania, mi ha tranquillizzato molto. Un medico amico mi ha consigliato di fare l'ago aspirato per togliermi ogni dubbio di recidività visto la grandezza del linfonodo (2 cm). Lei cosa ne dice? non vorrei spaventare ulteriormente mia mamma, ma allo stesso tempo non vorrei sottovalutare nulla.
Grazie mille.