Utente 282XXX
Gentile Dottore sono una ragazza di 21 anni e da 4 mesi ormai ho dei punti rossi in viso del diametro circa di 2/3 mm (alcuni sono più piccolini altri più grandi) leggermente rigonfi che mi prudono appena compaiono (le prime ore) e poi restano rossi e gonfi per 4/5 giorni..inoltre alcuni di questi presentano delle piccole pustole contenti acqua...Questo sfogo durano circa 4/5 giorni e poi scompare, per ripresentarsi 4/5 giorni dopo..questo dall'inizio di settembre ad oggi. Vorrei sottolineare anche che questi puntini compaiono sempre nelle stesse zone, intorno alla bocca (anche sul contorno labbra) sul mento, intorno agli occhi (anche sulle palpebre) nelle narici del naso e tra il naso e la bocca..
Premetto che non ho avuto nessun cambio di alimentazione particolare nell'ultimo anno, e nemmeno cambi nell'uso di detergenti o cosmetici e ho già fatto un test sulle allergie alimentari risultato negativo.
Le chiedo da cosa possa essere causato questo sfogo ciclico, ed eventualmente cosa fare per alleviare il prurito e il gonfiore.

Vorrei aggiungere che il mio medico di base mi ha prescritto a fine settembre una crema (budesonide crema 0,25%) che sto applicando in zona e che sembrerebbe alleviare un po' il gonfiore.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
É assolutamente necessaria una diagnosi dermatologica che da questa sede non possiamo fare. Le consiglierei nel frattempo di sospendere il cortisonico che applica localmente: i cortisonici devono essere prescritti solo dopo aver formulato una precisa diagnosi dermatologica. Il loro utilizzo - anche se allevia i sintomi - potrebbe mascherare il quadro clinico e mettere in difficoltá lo specialista che la dovrà visitare.
Se lo ritiene utile saremo lieti di fornirle ulteriori delucidazioni dopo la visita.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
La Ringrazio, prenoterò il prima possibile una visita dermatologica che spero possa risolvere il mio problema.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore. Mi è stata diagnosticata una dermatite periorale causata da stress-squilibri ormonali-intossicazione da cortisone (la crema che ho applicato da fine settembre fino a 15 giorni fa).
MI è stata prescritta una cura con metronidazolo (conpresse 2 volte al gg e crema la notte per 20gg e per altri 20gg 1 sola volta al dì) abbinata ad una crema da applicare di giorno per alleviare il prurito (Dercortil) ed a delle compresse (da prendere 1 la sera prima di andare a letto, per 30 gg) a base di cetirizina dicloridrato (Formistin 10mg).
Che ne pensa di questa cura? Le sembra adeguata?
Inoltre, secondo lei dopo quanto tempo posso aspettarmi di vedere un miglioramento (riduzione delle pustole e del rossore)?
La Ringrazio,
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
Inoltre Le chiedo se il fatto di aver sospeso da circa un mese la pillola (yaz) possa aver aggravato (o migliorato la situazione), e se ricominciare a prendere la pillola (minesse) sia o meno una buona idea. In quanto ho preso minesse per 3 anni e mezzo senza nessun effetto collaterale di questo tipo e da settembre 2012 (casualmente proprio quando mi è iniziata la dermatite) l'avevo sostituita con yaz, ora sospesa da circa 45 gg ma causa ovaio policisto ancora senza mestruazione.
Avevo inizialmente attribuito lo "sfogo" con il cambio pillola ma diversi ginecologi hanno escluso che la cosa sia possibile, quindi ho iniziato a cercare la soluzione altrove.
Forse il problema era davvero di origine ormonale? cosa dovrei fare in merito? è una buona idea ricominciare minesse?
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
Poco sappiamo sul l'origine della dermatite periorale, da molti considerata una forma di rosacea localizzata ma in realtá senza prove concrete. Le osservazioni dei dermatologi rendono attendibile la possibilitá che venga peggiorata o addirittura scatenata da cortisonici topici. Per questo bisogna utilizzare questi preparati solo su consiglio dermatologico. Il trattamento prescrittole mi pare congruo, il periodo necessario al miglioramento é di almeno 3 settimane (all'inizio di solito vi é un peggioramento).
Per quanto riguarda la pillola: non vi sono dati per darle una risposta attendibile. A differenza dell'acne classica, che può peggiorare dopo sospensione, nella dermatite periorale il dato é meno costante. Se é affetta da ovaio policistico lo Yaz é indicato in quanto contiene un protestinico con debole attivitá antiandrogena: per questo, se deve cambiare la pillola, lo faccia ancora una volta consultando il ginecologo.
Cordiali saluti