Utente 283XXX
Salve,
vedo che la mia domanda è stata posta moltissime volte, ma vorrei comunque
rubare un minuto di tempo per avere ulteriori chiarimenti, se possibile.
Ho 23 anni e da una vita so di avere il morso inverso laterale ma causa mancanza
di soldi non ho mai fatto nulla a riguardo.
Volevo sapere se alla mia età l'intervento è obbligatorio o si puo' evitare, .. non
che io non lo voglia fare, ma vorrei evitare se non necessario come anche vorrei
sapere se lo fosse cosi' da non cadere nelle mani di qualche dentista da strapazzo.
Infatti scrivo in particolare perchè ho letto che magari, dentisti senza scrupoli, potrebbero sconsigliare l'intervento solo per vendere cosi' l'apparecchio che magari in determinati casi, come nel mio data l'età, puo' essere inutile perchè sposterebbe solo i denti e lascerebbe il problema a monte.
Il fattore estetico non è rilevante, infatti non si vede nulla, neanche mentre rido.
Il problema non mi sembra grande. Nell'arcata superiore dalla parte che sarebbe la mia destra, gli ultimi tre denti (non ne ho del giudizio), sono piegati verso dentro.
Mi chiedo quindi:
1-come faccio a sapere che il mio dentista mi farà fare la scelta giusta per me e non per la sua convenienza?
2-risolvere il morso inverso porta dei benefici o dovrei semplicemente lasciar perdere?
3-risolvere il problema potrebbe il qualche modo diminuire il mio digrignare notturno?
Grazie in anticipo, premetto che, appunto, mi rechero' dal dentista dopo le feste e non mi aspetto diagnosi miracolose da voi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente in ortodonzia quando ci approcciamo a proporre una terapia riabilitativa ,la prima domanda che poniamo al paziente è:quali sono i suoi obbiettivi.
Una paziente della sua età infatti si sottopone ad un trattamento per vari motivi,in genere per motivi estetici,meno anche se più importanti per motivi funzionali.
Da ciò si deduce che indipendentemente dalla gravità delle situazione una anomalia più essere per un soggetto assolutamente compatibile con una vita sana e socialmente appagata, per un'altro rappresentare un grosso difetto.
Considerato che la terapia ortodontica di per se non rappresenta una terapia medica di urgenza o salva vita,la opportunità di iniziare un trattamento o il timing giusto dipende da Lei.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Semplicisticamente:
Se l'osso è a posto e sono i denti inclinati, non è necessario operare e si tratta di impostare la cura ortodontica per spostarli.
Se l'osso non è a posto e i denti neppure, occorre valutare i pro- e i contro- e vedere se spostare i soli denti è sufficiente per raggiungere un equilibrio di compromesso soddisfacente.
Se è possibile, si fa, se non è possibile, tocca finire sotto il chirurgo.

Ma, naturalmente, non possiamo che dare una risposta generale.