Utente 283XXX
Buonasera, da una indagine successiva ad una operazione alla carotide avuta 2 mesi fa, prima delle dimissioni, sono stato sottoposto ad una ecocardiografia al cuore, successivamente dal cardiochirurgo è stata richiesta una Tac angiografia dell'aorta toracico addominale dopo la quale è stato stilato il seguente referto: L'indagine angio tac documenta lieve ectasia dell'aorta toracica ascendente(44x44 mm)con regolare calibroe canalizzazione dell'arco(37mm)e dell'aorta toracica discendente(26mm). Carotide comune sinistra ad origine del tronco anonimo (arco bovino). Aorta addominale ed assi iliaco-femorali ateromasici,con calibro e canalizzazione nei limiti.Arterie renali bilateralmente uniche, pervie, in assensa di stenosiTC-percepibili. Vena renale sinistra a decorso anteaortico. Non lesioni focali sospette a carico dei restanti organi parenchimatosi addominali. Assensa di versamento endoperitoneale.In ambito parenchimale polmonare si documentano due micronoduli aspecifici nei segmanti basale-laterali di entrambi i lobi inferiori. Note di enfisema ai campi superiori. Non infeadenomegalie mediastiniche. Assensa di versamento pleurico. Questa diagnosi è uguale a quanto trovato in una ecocardiodoppler circa 2 anni fa. Ora mi è stato detto che la probabile operazione per la rimozione dell'aneurisma e ricostruzione dell'aorta ascendente, al momento non si ritiene più necessaria e mi è stato indicato un follow up fra 6 mesi, ovvero rifare un esame ecocardiografico, e continuare la cura che consiste in una pastigia al giorno di Triatec 5mg, 1 pastiglia di Cardiospirina 100,1 pastiglia di Totalip 20mg più una pastiglia di pentaprazolo. Ora i miei valori pressori sono stabili in 125/80 e il colesterolo è inferiore a 170 con valori dei trigliceridi nella norma.Posso sperare di non aver più bisogno di operarmi a "cielo aperto" all'aorta come prospettatomi oppure è solo un rimando temporale?.
Le riassumo di seguito i miei dati per una Sua migliore valutazione:
1. la mia data di nascita è 24/02/1952
2. non fumo più
3. peso 88 Kg
4. altezza 1.76
5. sono leggermente iperteso
6. non sono diabetico
7. l'ultima prova a sforzo è stata da me effettuata circa 5 anni fa senza evidenze negative
8. nell'indagine eco-doppler cardiografica non si parla di valvola bicuspide, come nemmeno nella TAC angiografica; se ne fa cenno invece nell'eletrrocardiogramma fattomi subito nei giorni successivi degli interventi alla carotide. Da tener presente che la TAC angiografica è stata effettuata successivamente a questo cardiogramma.
La ringrazio molto della Sua Cortese risposta e Le Auguro Buone Feste,
Pier Luigi Bartolini
pierluigi.bartolini@sofidel.it

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Terapia correttissima. Nessuna indicazione chirurgica ora. L'intervento sarà da considerare qualora il diametro superi 50 - 55 mm circa. Tenga sotto controllo la pressione. Deve essere normale. Esegua un ecocardio tra 12-18 mesi

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Buona sera Dr.Bardi grazie della sua risposta ma se la valvola fosse bicuspide come trovatomi nel primo elettrocardigramma fattomi 2 mesi fà la cosa è diversa?.
Mi scusi ma sono un po' in ansia.Saluti Cordiali.
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
se la valvola fosse bicuspide, sarebbe corretto porre indicazione alla sostituzione dell'aorta asc. già in caso dai 45 mm di diametro.
[#4] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi nuovamente Dr.Bardi, ma c'è qualcosa che non capisco:
Esame ecodoppler cardiografico effettuato circa 15 mesi fà non si parla di valvola bicuspide, quindi reputo che non si sia evidenziata, si evidenziava invece una lieve ectasia con 44mm di dilatazione.Il cardiologo reputò allora un controllo annuale e riduzione dei fattori di rischio.
Si era paventato un intervento all'aorta perchè in un esame ecocardiografico fattomi in corsia il giorno delle mie dismissioni dopo l'operazione alla carotide il 10 novembre scorso con un apparecchio mobile e non certo nelle migliori condizioni ambientali si è invece fatto cenno alla presenza di una valvola bicuspide e 45 mm di dilatazione dell'aorta ascendente.A quel punto sono stato mandato in cardichirurgia dove è stato data indicazione di farmi una Tac angiografia con contrasto per capire meglio il quadro clinico.
Il referto della Tac angiografia arrivato dopo 7 gg e che è in integrale allegato alla mia prima domanda a lei inviata, ha convinto i cardichirurghi di Cisanello di non piu' intervenire ma di tenere ,come sto' facendo con successo, i fattori di rischio sotto controllo,pressione,trigliceridi,colesterolo, etc con i medicinali sempre sopra descritti nella mia prima domanda e controllo ecocardiografico ogni 6 mesi.La cosa che vorrei meglio capire è cosa ha convinto nel referto Tac angigrafico a non piu' intervenire, solo che la dilatazione ectasica era di 44mm come 15 mesi fà e non 45 mm come visto nell'esame ecocardiografico fatto in corsia oppure c'è qualcosa di altro. Spero di non abusare della sua pazienza ma la sua risposta alla mia domanda di ieri sulla valvola bicuspide mi ha ancor piu' preoccupato in quanto da 44mm a 45 mm si fà presto ad arrivarci,anche se in un anno e mezzo non è successo, ma è solo questo il fattore che decide?.Saluti Cordiali
[#5] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
L'unico modo per fare diagnosi di bicuspidia aortica è fare un eco trans esofageo. Nel dubbio forse sarebbe indicato per lei. Se si conferma la bicuspidia esiste già indicazione non urgente all'intervento.
[#6] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Buon giorno Dr.Bardi, finalmente dopo una accurato ecardio fattomi da un cardiologo di provata bravura ed esperienza ho avuto la conferma di avere una valvola tricuspide ed una ectasia di 44mm con 43 di radice aortica e 39 di arco.Il cardiologo mi ha tranqullizzato dicendomi che fino a 52/55 mm se il quadro clinico rimane buono non ci sono problemi chirurgici.Mi ha confermato la cura che faccio da circa 2 mesi e mezzo(sopra descritta) ,di controllare la pressione che non deve superare 135/85 come max e di rifare un ecocardio fra 6/8 mesi.Lei concorda con quanto indicatomi dal cardiologo e la velocità di crescita dell'ectasia e calcolabile oppure è variabile da caso a caso.Grazie di una ulteriore sua risposta.Saluti Cordiali.
[#7] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Buon giorno Dr.Bardi, finalmente dopo una accurato ecardio fattomi da un cardiologo di provata bravura ed esperienza ho avuto la conferma di avere una valvola tricuspide ed una ectasia di 44mm con 43 di radice aortica e 39 di arco.Il cardiologo mi ha tranqullizzato dicendomi che fino a 52/55 mm se il quadro clinico rimane buono non ci sono problemi chirurgici.Mi ha confermato la cura che faccio da circa 2 mesi e mezzo(sopra descritta) ,di controllare la pressione che non deve superare 135/85 come max e di rifare un ecocardio fra 6/8 mesi.Lei concorda con quanto indicatomi dal cardiologo e la velocità di crescita dell'ectasia e calcolabile oppure è variabile da caso a caso.Grazie di una ulteriore sua risposta.Saluti Cordiali.
[#8] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
la crescita di un aneurisma è mediamente 1 mm all'anno, ma ovviamente variabile a seconda dei casi (negli ipertesi per esempio è più veloce); in effetti l'indicazione alla sostituzione dell'aorta asc. se la valvola è tricuspide si pone, sulla base delle ultime linee guida europee, oltre 55 mm. tenga sotto controllo la pressione, non ingrassi, non fumi, faccia moderata attività fisica. Basta un eco ogni 18-24 mesi.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dr.Bardi le sue risposte oltre che cortesi sono estremamente professionali e mi hanno dato molta serenità.Cordiali Saluti.
[#10] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Buona sera Dr.Bardi, le analisi del sangue fatte e l'acocardio nonchè la eco doppler alla carotide, il tutto eseguito nei primi giorni di settembre, hanno confermato i valori già descritti nelle e.mail precedenti e sopradescritte, però da circa 2 mesi accuso un dolore alla spalla destra diagnosticato come una infiammazione tendinea e curata con laser terapia e massaggi in quanto non mi è stato indicata la tecar terapia per la operazione avuta alla carotide, cio' mi ha comportato che durante il giorno ma non spesso ho dei lievi dolori e piccole fitte dalla parte del cuore,cose poco piu' che lievi fastidi,ma per me creanti un poco di preoccupazione.Questi piccoli risentimenti sono collegabili al dolore alla spalla ma sopratutto sono imputabili alla ectasia aortica.Cosa mi consiglia di fare?.Grazie di una sua cortese e puntuale,come sempre risposta. Cordiali Saluti e anticipatamente la ringrazio.
[#11] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Dott. Bardi,
Le invio le ultime analisi cliniche da me effettuate a fine anno per un suo cortese parere sull'andamento nella mia ectasia aortica.Le invio un breve sunto sulla parte cardiologica e un'altro sulle analisi del sangue:
1)EO: azione cardiaca ritmica non soffi patologici.
2) Buon compenso emodinamico.
3)Pressione costante sui valori di 135/85.
4)RS lieve ritardo di conduzione dx.
ECOCARDIOGRAMMA.
Bulbo aortico 43 mm.GST=38 mm,Ao ascendente=45mm.Arco=38mm.
Valvola aortica tricuspide con lieve insufficienza.
Ventricolo sinistro con volume nei limiti e spessore del setto lievemente aumentato(12mm) FE=66%
Destro nei limiti.PASP=28mmhg.Pericardio libero
Aorta nei limiti.

Stabile asintomatico in buon compenso.

Continua cura con:
Triatec 2 comp da 5mg.
Totalip 20mg i comp.
Cardioaspirin 100 1 comp.
Pantoprazolo 40 1 comp.

Analisi sangue valori piu' significativi:
Glicemia 110
Emoglobina glicosilata: 5,90 e 42.
Colesterolo totale:146
HDL :41
Indice rischio :3.56
PSA :0,41
Ricerca sangue occulto : negativo.

Dolore alla spalla come da mia ultima comunicazione di Fine settembre scomparso.Continuo a fare 35/40 minuti di cyclette al giorno,non ho piu' fumato dalla operazione alla carotide non sono ingrassato ma nemmeno dimagrito con un peso oscillante fra 88/90 kg.