Utente 283XXX
Salve, sono un nuovo utente su questo sito, anche se è da un paio di anni (4) che lo consulto sempre nella speranza di avere una risposta al mio problema: il De Quervain!
Più dottori mi hanno sconsigliato l'intervento, dicendo che non è il caso in quanto non si tratterebbe di un'infiammazione tale da giustificarlo; però, in sostanza, il dolore c'è, soprattutto se devo fare grossi sforzi e quando fa freddo o è umido.
Visto che ho usato creme,cremine,compresse,laser terapia, ultrasuoni, infiltrazioni, tutori ecc. e mi è stato, come dicevo, sconsigliato l'intervento, mi piacerebbe sapere se esistono tecniche in grado di risolvere il mio problema,senza passare per l'intervento che, a quanto ho capito, non sarebbe risolutivo al 100% ed anzi potrebbe portare gli ulteriori problemi legati alla cicatrizzazione ecc.
A tal proposito, ho letto del PRP (plasma ricco di piastrine) e volevo sapere se può essere indicato nel mio caso, eventuali risultati conosciuti e controindicazioni.
Ps. E' possibile che una tendinite (ormai cronica) non sia risolvibile?
Ringrazio in anticipo coloro che mi dedicheranno un pò di tempo rispondendo alla mia domanda

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

ritengo invece del tutto appropriato l'intervento chirurgico in un caso certamente cronicizzato di De Quervain (dati i 4 anni trascorsi) e la ripetuta inefficace azione delle terapie sin qui effettuate.

L'intervento è praticamente sempre risolutivo (tra l'altro dura solo un paio di minuti): il rischio di complicanze post-operatorie è assolutamente minimo e statisticamente trascurabile.

Personalmente non ho esperienza diretta della tecnica del plasma arricchito di piastrine.

Buon pomeriggio.