Utente 108XXX
Ho letto su questa rivista parecchi pareri in merito al deficit erettile da fuga venosa, rendendomi conto di come sia difficile porvi rimedio, attesa l'efficacia limitata dei farmaci (Viagra, Cialis e simili) e degli interventi chirurgici (fatta eccezione per le protesi). Nessuno ha però citato la possibilità di utilizzare anelli penieni o comunque fibie anche regolabili che stringano il pene alla sua base riducendo il deflusso venoso. Nel mio caso ho avuto qualche beneficio. Ritenete che questo accorgimento possa essere efficace? Ha effetti collaterali?
Grazie e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se ha letto bene tutti i nostri interventi, sicuramente avrà anche letto gli articoli che ora le rilancio in cui si cita questa strategia terapeutica con tutti i suoi vantaggi e i sui limiti:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.