vena  gel  
 
Utente 283XXX
Grazie per la dovuta attenzione
Da circa 8 mesi ho subito un trauma al pene, esattamente al solco balano prepuziale, dovuto ad una pallonata.
Mi è stata diagnosticata per così dire una vena trombizzata: appunto in stato di erezione è possibile vedere una sorta di pallina di pochi millimetri che crea problemi nello sfregamento durante i rapporti sessuali ecc...
Il dolore è del tutto assente in stato di erezione
Ho provato una crema a base di eparina e successivamente il lioton gel ma senza i risultati auspicati.
Ho fatto fatto vari ecocolordoppler basali ma osservato niente di anomalo da parte degli urologi-andrologici (visto che per essere sicuro ho voluto avere più di una visita)
Chiedevo, se trattasi di una vena trombizzata è possibile che la sua ricanalizzazione richieda tempi così lunghi, visto che da 8 mesi il fastidio nello sfregamento persiste?
In secondo luogo e' plausibile l'ipotesi di un intervento chirurgico o non è da considerare?
Ad esempio a me entrambi hanno detto che non è necessaria, rimane il fatto però che non vi sono stati ne peggioramenti ma neanche miglioramenti

Grazie ancora

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
la vena trombizzata non si ricanalizza, bensi' ci sara' nel tempo un minore indurimento della stessa soprattutto valutabile attraverso la palpazione della vena stessa, il tratto trombizzato se crea particolare fastidio puo' anche essere rimosso per via chirurgica.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini.
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la celere risposta
Dunque 8 mesi di tempo sono da considerarsi sufficienti per tenere presente l'ipotesi dell'intervento.

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Si puo' aspettare anche fino a 12 mesi ma non credo che ci siano grossi cambiamenti.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini.