Utente 256XXX
Salve
Sono un ragazzo di 21 anni.
Premetto che sono ansioso e per un periodo di tempo ho effettivamente sofferto di disturbo d'ansia generalizzato, scatenata dalla paura di essere affetto di una malattia cardiaca.
Premetto che mio padre soffre di cardiopatia ischemica, che però molto probabilmente è stata causata dal fumo (almeno credo).

Da un paio di mesi ho vinto la paura ed ho iniziato a vivere in maniera più che serena, uscendo con gli amici e svolgendo una vita regolare.
In questi ultimi giorni però l'ansia mi sta nuovamente assalendo in seguito ad un episodio che mi è accaduto un paio di giorni fa e che mi ha scatenato una gran paura:

Mi trovato al cinema, di sera, mentre guardavo il film all'improvviso ho sentito un senso di vuoto al petto della durata di 2-3 secondi circa accompagnato da un'improvvisa ansia e panico. Riprendo il controllo in breve tempo, ma dopo pochi minuti ho altri due "attacchi" e nuovamente questo senso di vuoto.
A quel punto metto la mano sul collo nella speranza di vedere se era in corso qualche aritmia, ma purtroppo nel momento in cui lo faccio il fenomeno è già passato, ma avverto una forte tachicardia.

Ho già svolto esami cardiologici un paio di mesi fa, con un ecocardiogramma in cui mi hanno diagnosticato un lieve prolasso della valvola mitralica ed un elettrocardiogramma dove il medico ha scritto "lieve turbe della conduzione dx".

Altri episodi simili mi sono capitati solo 2 volte: un giorno a mare dopo aver finito una partita a pallavolo, ho mangiato un gelato e mentre parlavo con un amico ho avuto questa sensazione di vuoto e una volta a letto.
Per il resto non ho avuto altri episodi (per fortuna).

Ora mi sto martoriando il cervello perchè ho paura che da un momento all'altro mi ritorni questa sensazione.
Sinceramente sono giovane e fare la fine di Morosini e altri non mi va proprio.
Ho bisogno di sapere se il fenomeno è stato benigno o se devo preoccuparmi che ciò che mi è capitato possa rivelarsi una spia premonitrice di eventi maggiori.

Per dirla in poche parole: me la sto facendo sotto dalla paura!

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha bisogno di un buon psichiatra, e non di un cardiologo.
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Mi farò sicuramene aiutare, perchè la mia vita non è più regolare.
Però, mi aiuti, delle brevi aritmie improvvise sono normali in giovane età?
Io ho una paura di malattie come la displasia aritmogena del ventricolo destro, specialmente perchè sono indiagnosticabili e ti fulminano all'improvviso senza darti un segno evidente della loro esistenza.
Potrebbero essere queste aritmie brevi il sintomo?
Io non lo so, sto dando di matto.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
assolutamente no. La displasia aritmogena del ventricolo destro, peraltro rara, puo essere sospettata o diagnosticata con una RM.
Ma lei deve curarsi il problema dell'ansia, con uno specialista
arrivederci