Utente 703XXX
Gentilissimi dottori, in presenza di macchie circolari rosse sulle gambe ed inguine (sono un soggetto multiallergico) mi è stata diagnosticata una dermatite ocra, senza particolari terapie (ossido di zinco).
Ho un varicocele pelvico da anni, sono in premenopausa, soffro di emorroidi interne. Ho prenotato una visita angiologica eed ecocolordoppler agli arti ma visti i tempi d'attesa vorrei sapere se possibile se esite una correlazione fra il varicocele e la dermatite ocra, e se posso attuare nel frattempo degli accorgimenti per aiutare l'insufficenza venosa. Fortunatamente non fumo, non sono sovrappeso (150 cm per 43 kg) l'emocromo è nella norma , ok per triglicerici , colesterolo alto.Il mio lavoro mi porta a stare in piedi sempre e non ho mai usato collant....ho assunto arvenum 500 in presenza di emorroidi sanguinanti, potrebbe essere utile terapia con questo farmaco di mantenimento e dormire con le gambe rialzate rispetto al bacino? Grazie per i consigli ed attendo una vostra risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
poter dare consigli efficaci e mirati in presenza di un quadro di insufficienza venosa richiederebbe un preciso inquadramento del problema specifico, in quanto esistono molteplici manifestazioni cliniche che richiedono di volta in volta differenti approcci terapeutici ( http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/96-conoscere-malattie-vene.html ).
Certamente alcune precauzioni di base, comprese quelle da Lei elencate, potrebbero in ogni caso essere utili.
La Sua condizione di allergia rende per altro più difficoltoso in approccio terapeutico, per cui ancor di più risulta impossibile darLe indicazioni a distanza
[#2] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille dottor Piscitelli, potrei chiederle cosa intende per "precauzioni di base"? Il fatto di essere un soggetto pluriallergico non rende la facile la terapia, ma la dermatologa di via Pace a Milano che mi ha visitata e data la diagnosi mi ha anche detto di stare tranquilla e che sono "microemorraggie" che si assorbono da sole ( sta di fatto che spuntano di continuo). La visita dall'angiologo sarà per la fine di gennaio e sinceramente( non vorrei apparire troppo apprensiva) non capisco più se devo considerare queste macchie di pertinenza del dermatologo o dell'angiologo. Visto che all'inizio si è passati da" un fungo" a "vasculite" a "eczema " e via dicendo e tutto nel giro di un mese o poco più, il fatto che sono " emorraggie " non è che mi rincuora poi tanto....spero solo che la dermatologa abbia ragione... la ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Controllodel peso, fumo, uso di cAlze elastiche, ecc.