Utente 268XXX
Salve. Sono un ragazzo di 32 anni e da circa 3-4 mesi ho questo disturbo al pomo d'adamo. All'inizio pensavo fosse il mal di gola, poi le tonsille, poi una faringite.Ma niente di tutto questo. Praticamente ho questo dolore-fastidio al pomo d'adamo nella parte destra del mio collo. Questo fastidio lo riscontro soprattutto quando sbadiglio e apro la bocca e quando mi soffio il naso! Sembrerà strano ma è così. All'inizio sentivo fastidio anche quando inghiottivo acqua o saliva. Stavo pensando che da quel periodo ( 5 mesi o giù di lì ) soffro anche di mal di schiena soprattutto nella zona destra. Questo mal di schiena è dovuto al mio lavoro che mi costringe a staccare pesi e curvarmi in avanti tante volte al giorno. Guarda caso il dolore alla schiena e nella zona destra, come il dolore al pomo d'adamo. Ho fatto visite, analisi e ecografie. Se volete posso dirvi anche i risultati ma posso anticipare che sono tutte negative! Il fastidio al pomo d'adamo lo riscontro anche quando provo con le mani a fare una leggera pressione sul pomo verso l'interno. Ringrazio anticipatamente per una vostra risposta. Buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Solitamente il dolore al pomo di adamo corrisponde ad una tensione dei muscoli estrinseci della laringe, spesso accentuata da stati d'ansia.

Si tranquillizzi pure.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore!
Ma questa tensione dei muscoli estrinseci della laringe possono durare mesi? Come posso curarla? Infatti come le volevo dirle, ho attraversato un periodo, a giungo di quest'anno, in cui ho avuto attacchi di panico ( non gravi...) e stati d'ansia. Non potevo però immaginare che avrebbe portato anche a questo dolore al pomo di Adamo ( oltre alla perenne stanchezza, dolore alle gambe, incapacità di stare in luoghi e affollati, mancanza di appetito, non entravo più neanche al cinema! ect.. ect..). Adesso sto meglio e non ho più neanche un sintomo di quello descritto sopra e non ho ricorso ne a medicine ne a specialisti. Mi sono curato da solo, anche grazie ad un mio amico che ci aveva sofferto prima di me! Ora le dico, per curare questo fastidio al pomo di Adamo che tante volte mi impedisce anche di sbadigliare e di soffiarmi il naso, che dovrei fare?? Aspettare che passi completamente l'ansia e così anche questo fastidio o posso ricorrere all'aiuto di uno specialista della schiena o dei muscoli? La ringrazio!
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La tensione muscolare su base psicogena va trattata in tale ambito,
ad esempio le benzodiazepine, che possono essere utilizzate, hanno effetto miorilassante,
ma parliamo di valutazioni che competono al suo curante di fiducia.

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore. Le chiedevo, solo con il benzodiazepine si puo curare questo disturbo? Non l'ho mai avuto prima..
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La classe di farmaci citati è un esempio,
anche la spontanea regressione di uno stato ansioso
può essere sufficiente alla scomparsa del problema.
[#6] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio. Quello che però non riesco a capire è perchè pur non avendo delle contrazioni spontanee o volute ai muscoli del collo, mi debba far male. Cioè non è che il mio stato d'ansia mi provoca la contrazione di tali muscoli... Un cambio radicale della posizione in cui dormo, può portare a tale disturbo?
[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Questo va verificato con visita diretta del suo medico.
[#8] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Salve. La ringrazio per la risposta. Volevo dirle se un cambio nel modo del dormire la notte mi ha potuto causare questo disturbo. Diciamo che prima dormivo a pancia in sotto e adesso dormo a pancia in sopra. Non ho cambiato il cuscino quindi può darsi che una scorretta posizione della testa e del collo mi hanno fatto infiammare i muscoli del pomo di adamo. Che ne pensa dottore?
[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo ritengo improbabile.
[#10] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottore.
Oggi Finalmente ho fatto una ecografia completa e specifica al collo.
L'unica cosa che c'è è questa:

REGIONE LATEROCERVICALE-SOTTOMANDIBOLARE-SOTTOMENTONIERA.

A DX presenza di qualche immagine nodulare ipoecogena da linfonodi-linfoadenomegalie del diametro massimo di 20 mm.
Le caratteristiche ecostrutturali e colorpowerdoppler depongono per una " linfoadenite reattiva aspecifica".

Dottore che spiegazione può darmi? Il Dottore che mi ha fatto l'eco mi ha detto di prendere un blando antinfiammatorio, che però deve prescrivermelo il mio dottore. Mi ha detto di non preoccuparmi e che quel fastidio che sento mentre sbadiglio o mi soffio il naso è dovuto a questo. Cosa può dirmi? Grazie
[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Vista la linfoadenopatia reattiva (a virus probabilmente) le consiglierei di effettuare la ricerca degli anticorpi contro CMV ed EBV.

Cordialmente
[#12] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
salve dottore. già a settembre dell'anno scorso 2012, ho fatto le analisi del sangue per vedere se avevo mononucleosi e citalomegavirus, se vuole le pubblico i dati ma penso che erano tutte negative. Lei dice che sarebbe meglio ripetere gli esami adesso?? che puo portare al infiammazione del linfonodo?? Quello che mi chiedo è se è possibile che questo linfonodo sia gonfio da 3-4 mesi... e se è possibile farlo sgonfiare con un blando antinfiammatorio. grazie
[#13] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il fatto di aver già effettuato tests virologici con risultato negativo
vale per il momento in cui si è effettuato il riscontro.

Per ogni iniziativa terapeutica/prescrittiva (veda le linee guida del sito) dovrà coinvolgere il suo curante.

Cordialmente