Utente 212XXX
Salve a tutti ed auguri per le festività in corso.
Questa volta il consulto riguarda mio cugino e mi permetto di chiedere a Voi vista la professionalità dimostrata in precedenza. Mio cugino ha da poco scoperto di avere problemi cardiaci in particolare un aneurisma all'aorta di circa 5 cm. Ha perciò iniziato a fare gli esami che lo specialista gli ha prescritto cominciando, nel frattempo, ad assumere SEQUACOR 1,25 mg secondo le indicazioni mediche. Dopo l'assunzione di circa una decina di compresse, tuttavia, il 26/12 ha avvertito un malessere generale, senso di soffocamento, debolezza, formicolio alle braccia e impaurito si è recato in PS ove lo hanno trattenuto in osservazione praticando un'angiotac ed i prelievi degli enzimi che per fortuna hanno dato esito positivo (almeno così hanno riferito). il referto del PS parla gnericamente di episodio anginoso.
Nei giorni successivi ha continuato ad avvertire questo malessere diffuso ed il dubbio che ci è sorto, che sembrerebbe trovare conforto dalla lettura del bugiardino, è che si tratti di effetti indesiderati del Sequacor ma poichè lo specialista è in ferie e non riusciamo a contattarlo, vorremmo avere una Vosra opinione circa la possibilità di sospendere l'assunzione del farmaco fino alla fine delle festività (quando finalmente potrà tornare a visita). Il medico di famiglia gli ha detto di dimezzare la dose ma sul foglio illustrativo è scritto di non dividere la compressa.
Cosa ci consigliate di fare? Inutile dire che la situazione crea un pò di agitazione ed un ulteriore ricovero in PS servirebbe a ben poco (vista la superficialità dimostrata nella precedente occasione)
Vi ringraziamo infinitamente per la disponibilità e, confidando nella Vostra proverbiale celerità, restiamo in attesa di un Vostro consiglio.
Ancora auguri di Buon Anno a tutti e grazie per l'ottimo servizio che rendete.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un paziente giovane, a giudicare ciò che scrive, con un aneurisma di 5 cm é candidato alla chirurgia., anche se lei non ha sepcificato se sia un aneurisma del tratto toracico od addominale Dell aorta
Il dosaggio del Sequacor che lei indica 1,25 mg) é un dosaggio pediatrico e quindi non ha senso che gli abbia provocato tutti quei problemi.
Un paziente come quello che lei descrive dovrebbe stare a riposo, in attesa Dell intervento, mantenendo coi farmaci valori pressori inferiori a 125/75 mmHg ( cosa che può dare qualche ascidio..) ed ovviamente star lontano dal fumo
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Salve Dr. Cecchini.
Innanzitutto La ringrazio infinitamente per la celerità nella risposta, anche in questo periodo!
Mi scuso per la mia scarsa precisione ma, come Le ho detto, siamo all'inizio e non abbiamo le idde ben chiare. Ad ogni modo trattasi di aneurisma toracico che in P.S. hanno stimato di circa 5 cm mentre lo specialista parlava di circa 4 cm sebbe si sia riservato di essere più preciso all'esito degli ulteriori esami diagnostici da effettuare anche se ha già preannunciato che quasi sicuramente dovrà procedersi chirurgicamente.
attualmente mio cugino è a riposo e per fortuna da diversi mesi ha smesso di fumare.
Dalla Sua risposta desumo che i sintomi lamentati siano da ricondurre alla patologia e non al farmaco per cui dovrà continuare ad ssumerlo, giusto?
Grazie ancora per l'ottimo servizio.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I valori piu' attendibili delle dimensioni dell'aorta toracica e' la TC con mezzo di contrasto (oppure RM) seguita poi eventualmente da un'ecografia transesofagea dal momento che con l'ecocardiografia transtoracica si riesce a valutare solo un piccolo tratto dell'aorta ascendente e, in alcuni casi dell'arco aortico: c'e' quindi tutto un tratto importante dell'aorta 8la discendente toracia) che non puo' essere assolutamente valutata.
Il dosaggio della terapia con beta bloccante (con quello che sta assumendo od altro tipo di molecola) deve essere aumentato fino al raggiugnimento di valori pressori non superiori a 125/75 mmHg.
Arrivederci
cecchini