Utente 283XXX
Salve a tutti
mi chiamo Roberto e ho 19 anni
il mio problema riguarda l'erezione,ho avuto un pò di rapporti con ragazze diverse ma apparte la prima volta(causa ansia e cose così)non c'erano stati grandi problemi,ultimamente però sto avendo problemi,tipo il tempo impiegato per avere un erezione completa e duratura,non è che non ricevo l'erezione, la ricevo ma non completamente,in poche parole non diventa duro e quindi la penetrazione diventa un problema e quando diventa duro lo diventa per poco tempo quindi devo "ritoccarlo"(anche durante la masturbazione non rimane duro a lungo) o cose così per raggiungere nuovamente l'erezione(ed è una cosa seccante).Io generalmente non faccio preliminari o cose così anche perchè non sono tanto sicuro delle mie dimensioni di 15cm (stanto stretto,forse sarà qualcosina in + ma non arriva a 16cm)essendo poi un bel ragazzo di oppurtunità ne avrei avute veramente tante però spesso rifiutate a causa di insicurezza.Non penso comunque che influisca col problema dell'erezione.L'uso di qualche farmaco è consigliato o qualche tipo di cura??
Qualche mio dettaglio:
19 anni,faccio palestra e da 3 mesi prendo integratori di proteine(non penso però c'entrino nulla),fumo 10 sigarette il giorno non abuso ne di alcool ne sostanze stupefacienti
Perfavore aiutatemi spero di essere stato il più chiaro possibile
Cordiali saluti Roberto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a parte la ovvia presenza degli aspetti psicologici,Le consiglieri,assieme all'astensione dal fumo di sigarette,di farsi visitare da un epserto andrologo che valuterà i dati obiettivi,ormonali e,forse emodinamici,collegati al meccanismo erettile.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

indubbiamente a 19 anni potrebbero essere presenti fattori emozionali tali da disturbare il fenomeno erettile ma potrebbero essere presenti anche elementi emodinamici,vascolari, che impediscono il conseguimento di una ottimale rigidità ed il suo mantenimento anche senza dover stimolare il pene.
Una valutazione andrologica sembrerebbe opportuna anche per trovare le soluzioni adeguate
cari saluti