Utente 953XXX
GENTILI DOTTORI SPECIALISTI UROLOGI ED ANDROLOGI,VI SPIEGO LA MIA SITUAZIONE: HO 27 ANNI E IL 16 NOVEMBRE DOPO AVER MANGIATO PICCANTE IL GIORNO SEGUENTE NON HO AVUTO UN EREZIONE VALIDA DOPO QUESTO HO AVUTO BRUCIORE DURANTE L'EIACULAZIONE E DOPO LA MINZIONE CHE SI ERA FATTA IMPELLENTE, CON GETTO DEBOLE DOPO CURA ANTIBIOTICA CON FLONTALEXIN 500 DUE AL GG PER 6 GIORNI IL PROBLEMA DEL BRUCIORE E DELLE CONTINUE URINE SI è CALMATO, SONO STATO DA UN UROLOGO CHE MI HA VISITATO VEDENDO LE ECOGRAFIE BASSO ADDOME PROSTATA NEI LIMITI A MARGINI REGOLARI CON POST MINZIONE SCARSO RESIDUO MOLTO VELOCEMENTE CON VISITA DIGITORETTALE E FACENDOMI MALE MI DIAGNOSTICAVA UNA PROSTATITE DANDOMI ORUDIS SUPPOSTE UNA ALLA SERA PER SETTE SERE E LEVOFLOXACINA UNA AL GIORNO PER SETTE GG. LA CURA HA ATTENUATO IL FASTIDIO TRA SCROTO ED ANO ,MA HO CONTINUATO AD AVERE PROBLEMI DI EREZIONI .DEI GIORNI LE RAGGIUNGEVO CON MOLTO SFORZO DA PARTE MIA E ALTRE VOLTE CON STIMOLAZIONE MAGARI (DEVO DIRE CHE IL NERVO INTERNO DEL PENE SI INDURISCE MA E AL DI FUORI CHE NON VA SEMPRE BENE COME MAI?)PENSANDOCI SEMPRE LA COSA NON GIOVA ALL' EREZIONE,DICIAMO. CHE IO CON LA MIA RAGAZZA AVEVO EREZIONI ANCHE SOLO BACIANDOLA E LO FACEVO ANCHE 2 VOLTE AL GIORNO OPPURE ANCHE SESSO ORALE COMUNQUE (FACENDOLO TROPPO E TROPPE VOLTE FA MALE? IO QUANDO SONO SOLO PER LAVORO FUORI SEDE MI MASTURBO ADESSO LA MASTURBAZIONE MI è DIFFICILE PER CHE' NON SI INDURISCE AL 100% COSA PUÒ ESSERE? AIUTATEMI A ADESSO VERAMENTE FACCIO FATICA COME AVESSI UN CALO DEL DESIDERIO. A VOLTA LA MATTINA MI ALZO CON EREZIONE A VOLTE NO E COSI' LA NOTTE DICIAMO CHE SU 7 GIORNI 6 SONO POSITIVI DAL PUNTO DI VISTA ERETTIVO NOTTURNO E MATTUTINO. LE ANALISI DELLE URINE NON HANNO TROVATO NULLA SEMPRE PULITE,DOPO SONO STATO DAL SECONDO UROLOGO IL 12 DICEMBRE CHE MI HA VISITATO E TROVATO UNA FORTE CONGESTIONE PROSTATICA E DANDOMI TOPSTER PER 3 MESI (10 GG AL MESE) POI UNA COMPRESSA DI PERMIXON 320MG UNA AL DI PER TRE MESI E UNIDROX 600MG PER 10GG UNA AL DI', DEVO DIRE CHE A VOLTE LA NOTTE MI ALZO PER ANDARE IN BAGNO E TROVO DIFFICOLTA A RIPRENDERE SONNO PERCHE PENSO ALLA MIA SITUAZIONE, QUESTA CONGESTIONE PROSTATICA DA COSA SIA CAUSATA IL MIO MEDICO DICE DA UN PROBLEMA INTESTINALI INFATTI (QUANDO MANGIO QUALCOSA ANCHE PRIMA CHE AVESSI QUESTA CONGESTIONE FACEVO MOLTE ERUTTAZIONI E FLAUTULENZE)MI HA DATO DEI PROBIOTICI E DICENDOMI DI MANGIARE MOLTE FIBRE,VOI DOTTORI SPECIALSTI CORTESEMENTE COSA NE PENSATE COME POSSO TORNARE ALLE MIE EREZIONI? LA PROSTATITE DA QUESTI PROBLEMI PER COSI TANTO TEMPO? NON VORREI FINIRE IN UNA SITUAZIONE PSICOGENA VI RINGRAZIO E BUONE FESTE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la complessità della sintomatologia,nonché la portata delle terapie eseguite,consigliano un approfondimento diagnostico diversificato che parta dalla valutazione della emodinamica erettiva mediante un ecodoppler penieno dinamico.Credo che vi sia un appiattimento sul problema prostatico che,da solo,in presenza o meno di cibi piccanti,non può giustificare il tutto.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la prostata è una ghiandola quasi sempre coinvolta nella attività erettile e sessuale
Uno stato di malattia prostatica può associarsi o determinare problemi di erezione ed eiaculazione
si tratta di capire se tali fenomeni siano la conseguenza della "malattia prostatica" noppure se erano preesistenti o indipendenti
Consulti un andrologo che possa consigliarle gli esami specifici e le terapie del caso
cari saluti