Utente 283XXX
Sono affetto da cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, diagnosticata nel 2000, attualmente a causa di tale patologia mi è sopravvenuto un ictus cerebrale a livello bulbare senza esiti, causato da fibrillazione atriale.
Dall'ecocardiogramma risulta radice aortica ed aorta ascendente 35 mm, arco aortico 24mm. Semilunari fibrotiche normomobili, non rigurgito. Asin marcatamente dilatato area 45 cm2 Setto interatriale integro
Mitrale : IM di grado medio-severo con jet eccentrico verso la parete laterale di Asin
Vsin: VTD 110mL; VTS 35 mL FE 70% SIV 24mm PP 12 mm Non asinergie regionali Gradiente intraventricolare di 24 mm Hg
Sezioni dx ingrandite : Vdx 32 mm Adx 50 mm IT di grado lieve-moderato PAPs circa 45 mm Hg Pericardio libero.
Assumo Atenololo 100 mg 1 al mattino
<lasix a giorni alterni con aldactone
Coumadin 1 al di e VERAPAMIL 240 1 alla sera
Mi è stato consigliato di effettuare un intervento di miectomia, di plastica mitralica, di ablazione del setto.
Vorrei un consiglio sulla effettiva necessità dell'intervento e per dove effettuarlo nelle vicinanze abbiamo l'Ospedale Pasquinucci di Massa.
Vorrei sapere se è possibile effettuare in una sola seduta i 3 interventi e quale centro sia considerato il migliore.
Inoltre, se possibile, conoscere la percentuale di rischio operatoria.
Grazie e cordiali saluti
Emilio Falchetti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile utente, in effetti potrebbe già avere indicazione chirurgica. Servirebbe sapere però il gradiente transaortico per ulteriore valutazione. Il centro cardiochirurgico di Massa è all'eccellenza. Si rivolga con fiducia al dott. Glauber e alla sua equipe.

Cordiali saluti