Utente 163XXX
Gentilissimi esperti,
spero di avere lumi da voi circa la curiosa e sgradevole circostanza accadutami.
Mi alleno regolarmente in palestra e pratico anche della boxe.
Durante l'allenamento al sacco, mentre lo colpivo, ho avvertito un dolore fastidioso alla mano. Ho continuato a svolgere il mio allenamento in quanto ho capito subito (avendo avuto diversi tipi di infortuni nella mia vita sportiva) che non si trattava di una lesione tendinea o di una microfrattura ossea... ho subito capito che trattavasi di un dolore "nuovo".
Finito l'allenamento ho continuato ad avvertire dolore alla mano e ho notato la vena gonfia. Toccandomi in tale area avverto dolore che poi si attenua con il massaggio e se tengo le mani con le dita verso l'alto evitando di far affluire troppo sangue a quella vena.
E' una cosa preoccupante? Rischio qualcosa di simile alla trombosi a vostro avviso? Chiedo questo perchè non vorrei si formasse un coaugulo in quella vena.
Grazie e scusatemi se ho detto qualcosa di sciocco.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
l'evenienza di una flebite posttraumatica è contemplata, ma non abbiamo da questa postazione elementi sufficienti per poter porre una diagnosi differenziale con un danno di natura ortopedica.
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
gentilissimo dottor Piscitelli,
grazie innanzitutto della sua cortese risposta.
Volevo indicare un altro elemento che forse potrebbe essere a voi utile e che ho dimenticato di menzionare prima.
Gli elementi sono:
1 - Le vene non si gonfiano e di conseguenza non ho dolore quando sono sdraiato a letto oppure tengo le mani con le dita verso l'alto diminuendo l'afflusso di sangue
2 - Il gonfiore della vena e quindi del fastidio è nettamente maggiore quando sono in posizione eretta.
3 - il dolore è presente principalmente quando vado a massaggiarmi la vene nel momento in cui dilata.

Sono impossibilitato purtroppo di arrivare presso un pronto soccorso in quanto al momento disto veramente molto e la neve impedisce un tragitto agevole. Sono tentato di minimizzare la preoccupazione ma se ci sono fondati rischi o particolari sintomi che devono farmi allarmare preferirei saperlo. Questo chiaramente se possibile con la sola descrizione aggiuntiva che ho appena apportato.
In alternativa accetto, chiaramente, consigli.