Utente 236XXX
Buonasera,
da ca. ormai 1 mese e mezzo / 2, soffro di continue e forti palpitazioni (il mio medico di famiglia le ha definite extrasistoli) che non mi danno tregua e che mi creano un fortissimo stato di ansia. Premetto che sono soggetto ipotiroideo attualmente in cura con eutirox da 100mg/al giorno. Un'episodio simile mi era già capitato lo scorso aprile, le palpitazioni si erano protratte per circa 2 settimane (mi causavano forte stanchezza e fatica a sforzi fisici), ma si poi risolte con una diminuzione del dosaggio di eutorix in quanto avevo nel frattempo scoperto che da ipotiroidismo ero passata ad uno stato di ipertiroidismo. Diminuendo la dose giornaliera difatti poi il problema si è facilmente risolto. (aggiungo che era talmente alto il dosaggio che malgrado avessi già diminuito la dose quotidiana, con gli esami successivi il livello del tsh si era addirittura ancora abbassato, causandomi nel frattempo anche altri problemi quali tremori, insonnia e spasmi muscolari).
Da inizio novembre ca. poi mi sono ricominciate le palpitazioni, molto più frequenti della prima volta, ho ovviamente ricontrollato i valori del TSH, ma gli esami questa volta sono perfetti (ultimo esame il 4/12 livello 1.32mlU/L).
Ad oggi non mi danno tregua. Sono molto stanca quando sono sotto sforzo. Secondo il mio medico di famiglia visto 10 giorni fa ca. sono di natura ansiosa (ammetto che sono un soggetto decisamente ansioso e questo ultimo anno non è stato dei più rosei). Mi ha prescritto delle capsule (fitofarmaci) con sostanze naturali come passiflora, valeriana, ecc. da prendere 3 volte al giorno. Ma non mi sono servite granchè. Le palpitazioni sono diventate insopportabili, ce le ho continuamente tutto il giorno, ad intervalli irregolari, senza riuscire ad identificare un momento o luogo specifico particolare. Nel frattempo mi sono capitati anche tre episodi che mi hanno parecchio spaventato, ho sentito il cuore come in gola, successivamente un forte colpo di calore e formicolio alle mani che sono diventate sudate, con conseguente tachicardia, il tutto poi rientrato nella norma dopo un paio di minuti.
Al momento il mio medico non ritiene di dovermi prescrivere ecg o esami ulteriori, a fine gennaio rifarò il controllo del tsh.
Quello che vorrei solo sapere è se è plausibile e confermabile una diagnosi puramente di stato ansioso, o se dovrei preoccuparmi maggiormente e insistere con il mio medico per fare degli esami più aproffonditi in merito.
Sinceramente al momento sono davvero stanca di queste palpitazioni che cominciano a causarmi "attacchi di panico".
Ringrazio anticipatamente e saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La terapia con eutirox ed un evidente stato ansioso sono sufficienti per spiegare i suoi sintomi. É tuttavia importante che lei esegua un Holter cardiaco delle 24 ore, al fine di chiarire meglio che tipo di aritmie la infastidiscono.
Solitamente inoltre alla terapia con tiroxina si associa una terapia con beta bloccanti.
Ne parli con il suo cardiologo
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio molto per la sua risposta.
La prossima settimana tornerò dal medico e cercherò di insistere per fare un esame più aproffondito, come già pensavo di fare.
Poi ad aprile avrò anche il controllo endocrinologico. Spero sinceramente di risolvere il problema però molto prima!
Oltretutto in questa ultima settimana di vacanza sono stata sottoposta a particolari sforzi fisici diversi dal solito (sto facendo dei grossi lavori in casa) e oltre ad aver accusato una normale stanchezza maggiore, le palpitazioni e la tachicardia facile sotto sforzo mi hanno parecchio messa in difficoltà!
grazie ancora e saluti!

[#3] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Buona Sera Dottore,
finalmente, dopo insistenza con il medico di base, ho effettuato un ecg holter la scorsa settimana. Ho ritirato poco fa il referto. Siccome ho l'appuntamento con il mio medico solamente la prossima settimana, volevo sapere se nel frattmempo poteva dirmi qualcosa in merito ai risultati.
Il referto riporta quanto segue:
ritmo sinusale di base
modeste alterazioni di st frequenza dipendenti
pq nei limiti di norma
una coppia sv
limitata concentrazione complessiva di bev monomorfi (mediamente <10 \h) distribuiti in tutta la registrazione.
fc minima 52 bpm (22.56)
fc media 73 bpm
fc max 126 bpm (16.20)
Ringrazio anticipatamente,
Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sebbene non abbia specificato quante extra ventricolari ci siano (bev), il tracciato viene descritto come normale.
Arrivederci
[#5] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
mi scusi, ha ragione.
vengono indicati questi altri valori:
- ectopia ventricolare
Totale battiti VE: 137 (0,1%)
PVC singoli/interp 130/7
(altre voci tutte 0)
- ectopia sopraventricolare
totale battiti SVE 2 (0,0%=
coppie artrali 1 evento
N-N più lungo 1,3 sec alle 23.06
(altre voci tutte 0)
- analisi episodi ST
livello ST Min: Ca1 -2,1; Ca2 -1,8; Ca3 -0,4;
livello ST Max: Ca1 1,0; Ca2 0,4; Ca3 1,2;
Episodi ST: Ca1 0; Ca2 0; Ca3 0;
Saluti e grazie!
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Allora è un holter normale
Arrivederci
Cecchini
[#7] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mi Dottori.
in seguito a qanto sopra riportato,e al continuare del verificarsi del problema, mi è stata sucessivamente prescritta una visita cardiologica con ecg, durante la quale mi è stato confermato che il mio problema sì esiste, ma che non deve crearmi alcun tipo di preoccupazione e che rientra comunque nei limiti della normalità, e che se non riuscissi a risolvero dovrò imparare a conviverci. Mi è stato prescritto inizialmente bisoprololo 1,25mg poi sostituito con congescor, da prendere la mattina nei periodi dove più mi è fastidioso il problema. Ho quindi cominciato a settembre 2013 di ad assumerlo, riscontrando un lieve miglioramento. Anche se, in particolare la sera, le palpitazioni le sento sempre con frequenza. Visto che mi è stato anche detto che con molta probabilità si tratta anche di un problema dovuto a stress e ansia, ho finalmente cominciato da questo mese a fare attività fisica frequentando una palestra con regolarità, sia per rimettermi in forma, sia con la speranza che mi possa anche aiutare a risolvere il piccolo problema. Mi è sorto solamente un dubbio che ho pensato di sottoporvi in attesa di parlarne con il medico curante che comunque mi aveva sin da subito suggerito di fare dell'attività fisica regolare, è meglio forse che sospendo sin da subito la terapia con congescor? O posso tranquillamente continuare fino a quando non mi sentirò di poterlo sospendere? Può avere qualche controindicazione con l'attività fisica cardiovascolare?
RIngrazio in anticipo e buona giornata!
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi pare che lei sia allarmata per niente. Il suo e' un Holter normale e lei e' una donna giovane non in sovrappeso.
SI tranquillizzi
Arivederci