Utente 123XXX
Buon giorno

gradirei un chiarimento: sono un ragazzo di 28 anni in buona salute. Evidenzio che a seguito di un ecocardiagramma è stata rilevata un insufficienza mitralica di grado lieve. Tuttavia il mio cardiologo mi ha detto che non è necessaria una profilassi antibiotica in caso di interventi che provocano sanguinamento.
Arrivo al dunque: mi è stato tolto un molare l'anno scorso e quest'anno ho deciso di effettuare presso il mio dentista l'impianto osseo (non conosco i termini tecnici) per poter avere il dente definitivo. Il mio dentista mi ha detto di iniziare la profilassi antibiotica 1g di amoxicillina ogni 12 ore il giorno prima dell'intervento per cinque giorni. Essendo un soggetto ansioso causa possibile reazione all'antibiotico (fino ad ora mai avute pur avendo preso nel corso della mia vita lo stesso antibiotico per 4 volte) Vi chiedo se esiste la possibilità di prendere l'antibiotico soltanto un'ora prima dell'intervento avendo la stessa protezione ai fini di eventuali attacchi da parte di batteri.

Grazie per la cortese attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente esistono protocolli di copertura antibiotica che prevedono la somministrazione poco prima dell'intervento,ma i dosaggi sono diffrenti.
Le consiglio quindi di seguire il protocollo consigliatole dal suo dentista,perchè essendo quello più usato è sicuramente il più sicuro ed efficace.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Si. E' lo schema per lo più seguito.
Ne parli e concordi con il suo dentista.
[#3] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Gentili Dottori, grazie per le chiare e tempestive risposte.

Sono un ragazzo di 29 anni in buona salute. Ho un leggero prolasso della mitrale che il cardiologo ha definito "normalissimo".

Vi pongo un quesito già trattato, ma gradisco avere da Voi un'ulteriore conferma.
Leggendo sul web da fonti non italiane, mi pare di capire che la devitalizzazione e il trattamento canalare comporti a lungo termine problemi all'organismo. Avendo nel mio caso un leggero prolasso della mitrale, mi preoccupo maggiormente.
Mi è sorto il dubbio se conviene che mi faccia togliere un dente che dovrebbe essere devitalizzato e ricostruito secondo il mio dentista, avendo il timore che lo stesso sia un focolaio di batteri, anche dopo il trattamento eseguito a regola d'arte.

Sono ignorante in materia.
Chiedo dunque a Voi delucidazioni in merito.

Esiste un fondo di verità da quanto ho letto sul web o è una bufala?

Grazie mille

Buona domenica
[#4] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

lei leggerebbe volentieri on-line tutta la Divina Commedia?

Se la risposta è no, allora capisce che l'informazione su internet è spesso confusa, non dimostrata scientificamente e volutamente catastrofica perchè solo così è possibile attirare l'attenzione del pubblico e indurlo a "bere" qualunque cosa venga propinata.

La cosa migliore è salvare il dente, seguire i suggerimenti del suo dentista su una eventuale copertura antibiotica e soprattutto... fidarsi di lui!

Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dottore!!!