Utente 155XXX
Salve,
mi chiamo Giovanni e ho 24 anni. Durante il mese di dicembre sono stato sempre raffreddato con sintomi di mal di gola (non eccessivo) naso chiusissimo e sinusite (soffro spesso di bruciore all'interno del naso e dolore all'altezza delle due arcate sopracigliari).Anche se in assenza di febbre ho cercato di rimediare prendendo 1 compressa di tachipirina 1000 al bisogno.Seguendo questa "cura"(chiedo venia in anticipo perchè so che mi sarei dovuto rivolgere al mio medico)sembrava che la situazione fosse rientrata essendo diminiuita l'intensità dei sintomi di cui sopra. La notte tra il 22 e il 23 dicembre però è sopraggiunta la febbre accompagnata nuovamente da mal di gola (preciso non eccessivo).Ho cercato di far abbassare la febbre, fin da subito alta da 39 a 40 gradi,con tachipirina 1000 il cui effetto però durava troppo poco (la febbre si abbassava max a 38 e solo per circa due ore e mezza per poi risalire ai valori di 39/39 e mezzo). La notte tra il 23 e il 24 all'ennessimo innalzamento della temperatura (40 gradi) decido di andare al pronto soccorso dove: effettuano una flebo con 1 flac perfalgan e 1 f. bentelan 4 mg più acqua fisiologica per idratarmi;effettuano una lastra al torace con esito negativo (Non lesioni pleuroparenchimali);effettuano le analisi del sangue in cui si ravvisa solo un aumento dei globuli bianchi a 19,53 (u.d.m. 10^3/uL) ->valori riferimento 4-11 (il resto dei valori rientra nella norma).Dopo la flebo la febbre è scesa a 37 e qualche decimo mantenendosi così tutto il 24 dicembre per poi passare definitivamente il 25. Dal 24 al 29 dicembre su indicazione dei medici del pronto soccorso ho seguito una cura antibiotica con augmentin 875mg+125mg 2 volte al giorno e rocefin 1g intramuscolo 1 volta al dì.Ho effettuato inoltre aerosol con 3cc di fisiologica e clenil A 2 v al dì.Durante la stessa settimana (24-29) prendevo al mattino una fiala di pappa reale (per contrastare spossatezza-pallore-debolezza) e prima dei pasti enterogermina (2v.al dì).Nonostante la febbre sia passata ormai dal 25 ancora oggi (3 gennaio) non mi sento al 100%delle forze; durante la giornata mi vedo pallido con le occhiaie e mi sento le gambe pesanti.Il mio medico mi ha dato BETOTAL compresse prima dei pasti 3 volte al dì da prendere in aggiunta alla pappa reale del mattino e enterogermina (che continuo a prendere nonostante la cura antibiotica sia terminata il 29 dicembre). Passo le giornate a guardarmi allo specchio col timore di avere qualcosa di grave (ho il pensiero fisso sui globuli bianchi alti). Volevo chiedere se è normale sentirsi e vedersi ancora così (ho cercato di descrivere bene le tempistiche) dopo una settimana di cura antibiotica in cui la febbre è scomparsa? Quali sono i tempi di ripresa?Se serve posso riportare tutti i valori dell'emocromo effettuato al pronto soccorso oppure quelli relativi ai globuli bianchi.

Ringrazio in anticipo e resto in attesa di un cortese riscontro.

Saluti

Giovanni
[#1] dopo  
Dr. Marcello Lorello
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
I globuli bianchi aumentati rappresentano la risposta cellulare ad un'infezione spesso banale. Confido che passata la fase di convalescenza si ridurranno fino ai valori normali. Sembra si tratti di un'infezione batterica aggredita da due antibiotici e che si tratti forse di una sinusite che comunque potrebbe essere oggetto di approfondimento tra un mese se si dovessero manifestarsi ancora dolore in regione frontale o mascellare.
Attenderei dunque e controllerei una VES e un emocromo tra 20 gg. Nel mentre mi alimenterei in modo regolare in cinque pasti tralasciando rimedi più o meno miracolosi che nulla di scientifico hanno. Cordialità
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio moltissimo per la celere ed esaustiva risposta. Continuo però ad esser preoccupato per il mio aspetto e per lo stato attuale del mio fisico. Continuo a vedermi pallido (solo qualche momento della giornata ho un colorito normale),ad avere mancamenti o capogiri.Mi chiedo se sia possibile che ancora ci sia uno stato di convalescenza?Può esser l'effetto degli antibiotici?
grazie
[#3] dopo  
Dr. Marcello Lorello
24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Ritengo si debba aspettare ancora perchè è in una fase di convalescenza. Ne riparliamo quando vuole tra tre mesi. Cordialità
[#4] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la sua celerità e cortesia. Attenderò con un animo più tranquillo la fine di questa convalescenza allora.

grazie
cordiali saluti